Biathlon, Coppa del Mondo 2017: Germania imbattibile nella staffetta femminile, Italia quinta

IMG_2533.jpg

Foto: Michele Persico


Nel tardo pomeriggio coreano, prima mattinata in italia, si è disputata la staffetta femminile della settima tappa di Coppa del Mondo di biathlon a PyeongChang, sede dei prossimi Giochi Olimpici Invernali.

La lotta per il successo ha visto confrontarsi principalmente le due nazioni più attese e come da pronostico, nonostante l’assenza di Laura Dahlmeier, la Germania ha vinto la gara con Nadine Horchler, Maren Hammerschmidt, Denise Herrmann e Franziska Hildebrand. La Francia è stata la nazione più accreditata per contendere la vittoria alle tedesche, ma nell’ultimo poligono Celia Aymonier è incorsa nel giro di penalità, scivolando dalla prima alla sesta posizione finale.

Ne hanno approfittato così per salire sul podio Norvegia (Nicolaisen, Fenne, Eckhoff, Olsbu) e Repubblica Ceca (Jislova, Puskarcikova, Charvatova, Koukalova), grazie ad un ultimo giro incisivo da parte di Marte Olsbu, e Gabriela Koukalova, che hanno avuto la meglio in volata sulla svedese Anna Magnusson e sull’azzurra Dorothea Wierer. Entrambe le squadre sono incorse nel giro di penalità, con Hilde Fenne e Lucie Charvatova, ma sono riuscite comunque a risalire ed a tagliare il traguardo a 22.8 e 22.9 secondi dalla Germania.

Quarta come detto la Svezia a 23.0 secondi, quinta l’Italia, che eguaglia il risultato ottenuto la settimana scorsa ai Mondiali di Hochfilzen. Lisa Vittozzi è ricorsa in tre ricariche ma ha mantenuto la formazione azzurra nel gruppo di testa, mentre Federica Sanfilippo in entrambe le sessioni di tiro ha utilizzato tutte le ricariche, evitando però il giro di penalità. Grazie ad un ottimo ultimo giro a metà gara l’Italia stazionava in ottava posizione a un minuto dalla testa. Ha confermato il distacco Alexia Runggaldier, risalita fino alla quinta piazza grazie a due serie precise al poligono. Dorothea Wierer ha preso il testimone con 50 secondi dalla testa ma il piena lotta per il podio, tant’è che nella serie a terra l’azzurra si trovava in terza posizione, mentre le due ricariche utilizzate nella serie in piedi hanno rimesso in gara anche le avversarie più accreditate, che hanno avuto un passo più incisivo nell’ultimo giro.

Alle 11.45 è prevista la prova maschile con Lukas Hofer, Dominik Windisch, Giuseppe Montello e Thomas Bormolini.

Staffetta femminile PyeongChang:

1  GER – GERMANY 1+7 1:07:35.6 0.0 60 420
1 – 1 r HORCHLER Nadine 0+0 0+1 0+1 17:00.0 3 17:00.0 3 +4.1
1 – 2 g HAMMERSCHMIDT Maren 0+1 0+1 0+2 16:40.6 2 33:40.6 1 0.0
1 – 3 y HERRMANN Denise 0+0 1+3 1+3 17:14.9 7 50:55.5 2 +13.5
1 – 4 b HILDEBRAND Franziska 0+1 0+0 0+1 16:40.1 6 1:07:35.6 1 0.0
2  NOR – NORWAY 1+11 1:07:58.4 +22.8 54 390
6 – 1 r NICOLAISEN Kaia Woeien 0+1 0+0 0+1 17:13.3 7 17:13.3 7 +17.4
6 – 2 g FENNE Hilde 0+1 1+3 1+4 17:37.3 12 34:50.6 8 +1:10.0
6 – 3 y ECKHOFF Tiril 0+2 0+1 0+3 16:25.6 1 51:16.2 3 +34.2
6 – 4 b OLSBU Marte 0+2 0+1 0+3 16:42.2 7 1:07:58.4 2 +22.8

3  CZE – CZECH REPUBLIC 1+9 1:07:58.5 +22.9 48 360
5 – 1 r JISLOVA Jessica 0+2 0+2 0+4 17:39.7 15 17:39.7 15 +43.8
5 – 2 g PUSKARCIKOVA Eva 0+0 0+0 0+0 16:43.5 3 34:23.2 5 +42.6
5 – 3 y CHARVATOVA Lucie 0+1 1+3 1+4 17:21.5 9 51:44.7 8 +1:02.7
5 – 4 b KOUKALOVA Gabriela 0+0 0+1 0+1 16:13.8 1 1:07:58.5 3 +22.9

4  SWE – SWEDEN 0+7 1:07:58.6 +23.0 43 330
7 – 1 r SLOOF Chardine 0+0 0+2 0+2 17:39.5 14 17:39.5 14 +43.6
7 – 2 g BRORSSON Mona 0+0 0+3 0+3 17:13.2 7 34:52.7 9 +1:12.1
7 – 3 y NILSSON Emma 0+1 0+0 0+1 16:41.3 2 51:34.0 6 +52.0
7 – 4 b MAGNUSSON Anna 0+1 0+0 0+1 16:24.6 2 1:07:58.6 4 +23.0

5  ITA – ITALY 0+11 1:08:01.5 +25.9 40 310
4 – 1 r VITTOZZI Lisa 0+0 0+3 0+3 17:03.5 4 17:03.5 4 +7.6
4 – 2 g SANFILIPPO Federica 0+3 0+3 0+6 17:41.5 =13 34:45.0 7 +1:04.4
4 – 3 y RUNGGALDIER Alexia 0+0 0+0 0+0 16:47.7 4 51:32.7 5 +50.7
4 – 4 b WIERER Dorothea 0+0 0+2 0+2 16:28.8 4 1:08:01.5 5 +25.9

nicolo.persico@oasport.com

Clicca qui per mettere “mi piace” alla nostra pagina “Il biathlon azzurro”

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top