Atletica, Europei Indoor 2017 – Silvano Chesani manca la medaglia: un errore di troppo a 2.27, trionfa Bednarek. Gara a basse quote

Silvano-Chesani.jpg

Grande delusione da parte di Silvano Chesani agli Europei Indoor 2017 di atletica leggera. Alla Kombank Arena di Belgrado (Serbia) l’azzurro si presentava dopo il percorso netto del turno di qualificazione ma oggi non riesce a spiccare il volo in una gara davvero modesta sotto il profilo tecnico e in cui si andava a medaglia con un poco rilevante 2.27.

Il trentino, argento due anni fa a Praga, ha sì realizzato quella misura ma con un errore di troppo. Ne ha approfittato il bielorusso Pavel Seliverstau che, senza errori durante il suo pomeriggio, si fa bastare proprio il 2.27 per mettersi al collo la medaglia di bronzo.

La gara di Silvano Chesani si era già resa complicata quando ha sbagliato la prima prova alla bassa quota di 2.23. Ha poi provato a raddrizzare la sua prestazione ma i tre nulli a 2.30, misura tutt’altro che impossibile per lui e di basso profilo nel contesto internazionale, lo hanno purtroppo estromesso dai discorsi che contano. L’azzurro conclude così al sesto posto, anche alle spalle del bulgaro Tihomir Ivanov e dello slovacco Matus Bubenik.

Un vero peccato perché oggi salire sul podio era assolutamente possibile. Vittoria per il 27enne polacco Sylwester Bednarek, già bronzo ai Mondiali outdoor nel 2009, e che oggi ha saltato 2.32 al primo tentativo (un centimetro meno del suo personale, realizzato un mese fa a Banska Bystrica). Medaglia d’argento per l’esperto britannico Robbie Grabaraz (2.30) che ha provato anche a scavalcare Bednarek fallendo però 2.34.

 

(foto FIDAL)

 

Lascia un commento

Top