Nuoto sincronizzato, Minisini guiderà un’Italia sempre più competitiva nel 2017

Perrupato-MInisini-deepbluemedia.-eu-fin-nuoto-sincro.jpg

Il 2017 dovrà essere l’anno della consacrazione per il nuoto sincronizzato italiano. Il movimento tricolore è reduce infatti da una stagione a dir poco da incorniciare. La disciplina della danza in piscina è stata infatti protagonista di prestazioni di grande qualità negli eventi top dell’annata appena trascorsa, vale a dire gli Europei di Londra e sopratutto i Giochi Olimpici di Rio.

La rassegna continentale in Gran Bretagna è stata quella dell’en plein per la squadra azzurra: tre argenti e sei bronzi, Spagna sempre dietro e la consacrazione, oltre a quella di Giorgio Minisini, di Linda Cerruti, per la prima volta sul podio a livello individuale. Poi Il sesto posto del duo Cerruti/Ferro, col record di punti (92.36677), nella vasca di Rio de Janeiro, e la storica quinta posizione della prova a squadre a Cinque Cerchi non possono che essere valutati in maniera positiva.

Un team in grande crescita, dunque, come anche i risultati dell’ultima Coppa Fina, in Cina, certificano con l’incetta di argenti (prova a squadre e duo). E’ evidente che la figura deI capitano azzurro (Minisini) è sempre più un riferimento per il movimento italico (due bronzi mondiali e due argenti europei nel duo misto) cullando il sogno olimpico. “Le Olimpiadi di Tokyo sono un’incognita ancora troppo lontana e a nostro sfavore per programmare tutto quanto per quella dataLa preparazione che sto facendo è finalizzata a Budapest, è quello il mio obiettivo ultimo“ – la parole del Golden boy in un’intervista concessa ad OA Sport immediatamente dopo i campionati europei.

Ebbene l’appuntamento in Ungheria, programmato dal 14 al 22 luglio, sarà un ulteriore banco di prova per il gruppo nostrano, motivato ad avvicinarsi maggiormente all’eccellenza, non solo europea ma anche mondiale.

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto da Deepbluemedia

Lascia un commento

Top