Badminton, progetto 2024: Matteo Bellucci, Fabio Caponio e tutti i giovani più promettenti ai raggi X

caponio-fiba.jpg

Si è da poco chiuso il 2016, che per il badminton italiano ha evidenziato notevoli miglioramenti soprattutto per quanto riguarda il settore giovanile, con gli atleti del Progetto Olimpico 2024 che si sono ben comportati nei primi tornei seniores della loro carriera. Andiamo dunque ad analizzare ai raggi X tutti gli azzurri più promettenti del 2017.

Fabio Caponio: pugliese classe ’99, il giovanissimo azzurro si sta mettendo sempre più in luce anche tra i seniores, sia in singolare sia in doppio, dove ha conquistato la vittoria nel torneo Ethiopian International proprio nell’anno appena passato.

Matteo Bellucci: il 21enne è il miglior prospetto italiano dello sport del volano, in virtù dei successi ottenuti in Etiopia e Santo Domingo, rispettivamente in doppio e in singolare. Il 2017 sarà dunque l’anno della verità per il giovane atleta, che proverà a mettersi in mostra anche tra i seniores.

Lukas Osele: il 19enne altoatesino è specialista di doppio, dove ha conquistato due secondi posti nel 2016, e dove punta a crescere ulteriormente nella stagione che sta per cominciare.

Kevin Strobl: compagno di doppio di Osele, il classe ’97 si sta mettendo in luce anche nel singolare, grazie al secondo posto di Santo Domingo, ma è ancora in attesa del definitivo salto di qualità per entrare con decisione tra i migliori del settore.

Silvia Garino: 18enne di Acqui Terme, si sta ben comportando nel doppio, dove è salita sul secondo gradino del podio in Etiopia, e dove punta a crescere nel 2017.

Lisa Iversen: insieme alla Garino ha conquistato l’oro nel doppio in Africa, ma la ciliegina sulla torta del 2016 è rappresentata dall’argento nel singolare di Santo Domingo. La 19enne proverà dunque a migliorarsi ulteriormente, ma rappresenta già un ottimo prospetto per il futuro.

Foto: FIBa

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianni.lombardi@oasport.it

Lascia un commento

Top