Slittino, Coppa del Mondo: seconda tappa a Lake Placid. Italia a caccia di un riscatto

Dominik-Fischnaller-Paola-Castaldi.jpg

Dopo l’esordio di Winterberg di settimana scorsa, subito una lunga trasferta per il massimo circuito di slittino artificiale: la Coppa del Mondo. Triplo weekend nordamericano prima della pausa natalizia e del trasferimento sulle famosissime piste europee. Si comincia da Lake Placid, nello stato di New York (Stati Uniti). Programma diverso rispetto a quello usato di consueto: aprirà il doppio, ma sabato si disputerà il singolo maschile, mentre le donne saranno al via domenica prima del team relay. Gare previste nel tardo pomeriggio italiano visto il fuso orario.

Un catino, quello statunitense, davvero molto tecnico e complicato. Fondamentali soprattutto l’abilità di guida e la scelta dei materiali: di solito le temperature sono bassissime, anche in questi giorni si prevedono minime di molto al di sotto dello zero. I precedenti sul budello americano sorridono all’Italia: nel 2015 non arrivò il grande risultato, ma nel 2014 ci fu il podio di Dominik Fischnaller, mentre nel 2013 ci fu addirittura la storica tripletta, con l’attuale direttore tecnico della nazionale Armin Zoeggeler a dominare davanti allo stesso Fischnaller, allora giovanissimo, e a David Mair. Anche nel doppio qualche gioia in casa azzurra: soprattutto grazie ad Oberstolz/Gruber, terzi quattro anni fa e vincitori nel 2004.

Proprio da Fischnaller ci si aspetta molto, dopo un esordio tutt’altro che positivo nel singolo maschile. Dovrà assolutamente avvicinare il podio. Presenti anche Kevin Fischnaller, Emanuel Rieder e Theo Gruber, a caccia di un piazzamento. Tornerà a dominare Felix Loch? Il campione olimpico si è lasciato sfuggire il successo nella prova tradizionale in casa a Winterberg, vinta da Johannes Ludwig, ma si è subito riscattato con la vittoria nella sprint. Da queste parti assolutamente da seguire il padrone di casa Chris Mazdzer, vincitore proprio nella passata stagione. Vuole risalire in classifica anche l’austriaco Wolfgang Kindl, sul podio a Lake Placid nel 2015. Un’incognita è rappresentata dalla vasta gamma di russi: Stepan Fedorov, Roman Repilov e Semen Pavlichenko sono tutti uomini da podio.

In campo femminile ci si aspetta il solito dominio tedesco: sono partite fortissimo Natalie Geisenberger (prima e terza a Winterberg), Dajana Eitberger e Tatjana Huefner. A contendere il successo allo squadrone teutonico ci saranno le padrone di casa, con Erin Hamlin e Summer Britcher, oltre che la sorpresa di Winterberg, l’austriaca Birgit Platzer che dovrà confermarsi dopo il podio nella sprint. Tra le azzurre Sandra Robatscher e Andrea Voetter, alla ricerca di una difficilissima top-10.

Nel doppio secondo round dell’eterno duello tra tedeschi: i campioni olimpici Wendl/Arlt contro i dominatori di Winterberg Eggert/Benecken. Ci si aspettano alle loro spalle i gemelli Sics (Lettonia) e Penz/Fischler (Austria). Da seguire la crescita degli altri tedeschi Geueke/Gamm e dei padroni di casa Mortensen/Terdiman. Rieder/Rastner ed Oberstolz/Gruber le punte in casa Italia.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Paola Castaldi

Lascia un commento

Top