Calcio, quindicesima giornata serie A 2016/17. Turno spezzatino, spicca il derby della capitale. L’Atalanta allo Stadium per stupire ancora

calcio-dzeko-salah-el-sharaawy-roma-fb-dzeko.jpg

Partenza sprint stasera per la quindicesima giornata del campionato di serie A 2016/17, che si districherà tra venerdì e lunedì a causa dell’ormai classico “spezzatino”. Si tratta, infatti, di un turno di campionato incastonato tra la Coppa Italia e la Champions League, il che ha contribuito a spalmare le partite su quattro giorni differenti. L’anticipo del venerdì vedrà fronteggiarsi al San Paolo il Napoli, reduce da un deludente e beffardo pareggio contro il Sassuolo, e l’Inter rigenerata dalla cura Pioli. Gli azzurri dovranno fare a meno di Mertens, squalificato per un turno dal Giudice Sportivo, e confidano nel desiderio di riscatto di Gabbiadini, mentre i nerazzurri hanno intenzione di dare continuità al successo casalingo contro la Fiorentina per ambire ancora ad un piazzamento che possa valere l’Europa.

La giornata di campionato salirà ulteriormente di tono domani sera con il sorprendente scontro al vertice tra la corazzata Juventus e l’Atalanta dei miracoli. I bianconeri hanno incassato una dura lezione al Marassi e dovranno anche fare a meno di Bonucci e Dani Alves, oltre che del lungodegente Barzagli, ma allo Stadium hanno dimostrato di avere un altro passo e proveranno a fermare l’incredibile marcia trionfale degli orobici di Gasperini, capaci di inanellare otto vittorie nelle ultime nove gare e risaliti in classifica fino alla quarta posizione.

Un eventuale passo falso della capolista Juventus potrebbe giovare al Milan, che nel lunch match di domenica non potrà concedersi passi falsi a San Siro contro il Crotone se vorrà cullare ancora il sogno di conquistare lo scudetto. Alle 15 saranno invece in programma ben 4 partite, tra cui spicca di gran lunga il derby della capitale. Roma e Lazio, dopo diversi anni, si giocheranno non solo l’orgoglio cittadino, ma anche la possibilità di puntare a qualcosa di più di un semplice piazzamento di prestigio in classifica. Spalletti dovrà rinunciare a Salah, costretto ai box da una distorsione alla caviglia, mentre Simone Inzaghi spera nel ritorno al gol di Immobile, a secco dallo scorso 30 ottobre, per portare a casa una vittoria che consentirebbe alle aquile di volare davvero molto in alto.

Alla stessa ora, si disputeranno anche Pescara-Cagliari, Sampdoria-Torino e Sassuolo-Empoli, match quest’ultimo determinante soprattutto per le ambizioni di rilancio in classifica dei neroverdi. Nel posticipo domenicale, la Fiorentina metterà alla prova il Palermo del nuovo tecnico Corini, che ha preso il posto di De Zerbi, ultimo di una lunga serie di alleantori esonerati durante l’era Zamparini. Lunedì sera alle 19 il Genoa di Juric punterà a dare continuità al successo contro la Juventus sul campo di un Chievo che potrebbe rivelarsi ben più ostico rispetto alla versione peggiore dei campioni d’Italia andata in scena al Marassi. Chiude il programma Udinese-Bologna, un match fra due squadre che faticano a spiccare il volo e che hanno bisogno di punti per uscire dall’anonimato che ha finora caratterizzato il loro avvio di stagione.

mauro.deriso@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Facebook Edin Dzeko

Lascia un commento

Top