Sci di fondo, Charlotte Kalla: diagnosticata un’aritmia cardiaca, filtra ottimismo

sci-di-fondo-facebook-charlotte-kalla.jpg

Il 75esimo posto ottenuto nella 10 km in tecnica classica di Ruka ha fatto suonare un campanello d’allarme. Il risultato finale della gara di Coppa del Mondo di sci di fondo ha, infatti, permesso alla svedese Charlotte Kalla di scoprire una fibrillazione atriale, la forma più comune dell’aritmia cardiaca: per questo motivo, sarà costretta a dare forfait per le prossime gare di Lillehammer. Gli esami svolti dall’atleta a Stoccolma hanno evidenziato un’anomalia molto diffusa nel mondo del fondo invernale: prima della svedese, persino atleti dello spessore di Marit Bjoergen, Martin Johnsrud Sundby, Justyna Kowalczyk e Joergen Brink ne hanno sofferto. Per la 29enne di Pajala filtra comunque ottimismo e un futuro rientro alle gare non appare lontano.

Per Andersson, medico della Nazionale svedese di fondo, ha annunciato che “la causa del crollo di Charlotte è stata una fibrillazione atriale. Durante i test di martedì e mercoledì, abbiamo comunque rilevato valori nella norma in tutto quanto è stato analizzato. In seguito a quanto emerso dagli esami, siamo fiduciosi che non vi sia alcun pericolo per Charlotte nel continuare ad allenarsi e a competere a livello internazionale” (fonte dichiarazioni: NeveItalia).

giuseppe.bernardi@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Facebook Charlotte Kalla

Lascia un commento

Top