Sci alpino, Coppa del Mondo 2016/2017: esordio delle prove veloci a Val d’Isère, attesa per Alexis Pinturault in casa

Peter-Fill-Sci-Tacca-Pentaphoto.jpg

Dopo la lunga attesa protratta dalla cancellazione del fine settimana di Lake Louise, le prime gare veloci della Coppa del Mondo di sci alpino 2016/2017 avranno luogo questo fine settimana sulle nevi francesi di Val d’Isère, dopo che la località alpina ha ricevuto il compito di rimpiazzare la statunitense Beaver Creek.

Sia in supergigante che in discesa ci saranno diversi motivi di interesse, a partire dallo stato di forma di Aksel Lund Svindal, il norvegese che effettuerà il proprio rientro alle competizioni dopo il grave infortunio patito nello scorso mese di gennaio a Kitzbühel. Anche la Francia padrona di casa aspetta di ritrovare uno dei propri discesisti migliori degli ultimi anni, Guillermo Fayed, così come l’Austria darà il bentornato al veterano Hannes Reichelt, mentre l’Italia spera in un buon risultato con i suoi alfieri più importanti: Dominik Paris, Christof Innerhofer e Peter Fill, vincitore della Coppa del Mondo di discesa libera, che però non è al massimo della forma. I pretendenti al podio sono comunque davvero tanti, e c’è chi è già pronto a scommettere su una grande prova del team norvegese anche con uno Svindal non al top, visto che Kjetil Jansrud (discesa) ed Aleksander Aamodt Kilde (supergigante) incontrano molti favori da parte degli addetti ai lavori.

Per quanto riguarda il supergigante, vi sarà poi un ulteriore tema portante della gara, ovvero quello della sfida tra Alexis Pinturault e Marcel Hirscher: sia il francese che l’austriaco hanno già vinto in questa disciplina che non è comunque la loro preferita, e sarà importante capire quali saranno gli equilibri tra i due nella velocità, visto che potrebbero ballare punti pesanti nella corsa alla sfera di cristallo.

Il fine settimana sulla pista Oreiller-Killy si chiuderà con lo slalom gigante, ed in questo caso Pinturault ed Hirscher saranno i grandi favoriti per la vittoria. Si aspetta anche una reazione da parte dello statunitense Ted Ligety, brillante solo nella seconda manche a Sölden, mentre il tedesco Felix Neureuther proverà a confermarsi sul podio dopo il terzo posto ottenuto sul Rettenbach. L’Italia spera infine di risollevare le proprie sorti in questa disciplina che tante gioie ha offerto agli azzurri in passato: al momento Roberto Nani fatica ad assumere il ruolo di leader della squadra, ed in generale sono le prestazioni altalenanti il leit motiv di tutti i gigantisti italiani.

giulio.chinappi@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Tacca – Pentaphoto

Lascia un commento

Top