Scherma, Arianna Errigo: “Sogno di competere con due armi a Tokyo 2020”

scherma-arianna-errigo-saint-maur-fb-bizzi.jpg

Arianna Errigo è pronta a scendere in pedana domani per il Trofeo Inalpi a Torino, primo Grand Prix della stagione di Coppa del Mondo. La monzese torna a gareggiare con il fioretto, dopo l’esordio ufficiale con la sciabola e proprio questo è uno dei principali argomenti dell’intervista rilasciata dall’azzurra a Tuttosport. Ecco alcuni degli spunti più interessanti.

Prima domanda sulla passione per la sciabola e come è nata: “Quasi per caso, in occasione di un campionato italiano a squadre nel 2011. Mancava la quarta per fare la formazione, a causa di un’infortunio, e la feci io. Vincemmo il titolo con il Corpo dei Carabinieri, di cui faccio parte, e da quel momento il tarlo iniziò ad insidiarsi nella mia mente. Se avessi vinto il titolo a Londra mi ero ripromessa di dedicare due anni alla sciabola, ma così non fu. Ora ci sto riprovando”.

Ci si sofferma anche sulla prima gara della stagione con la nuova arma: “L’esordio in Coppa del Mondo è stato ad Orleans. Nel girone ho tirato abbastanza bene, facendo segnare quattro vittorie e due sconfitte, poi ho conquistato il primo assalto di diretta per entrare tra le 64 contro un’ucraina. Il giorno dopo, però, non ho ripetuto la prestazione e ho perso 15-4 con una russa molto velocemente. Nella sciabola i tempi sono molto più serrati e quando qualcosa non funziona bisogna trovare le contromisure molto più in fretta rispetto a quando accade nel fioretto. In questo devo ancora crescere”.

Una stagione lunga, ma Arianna si è posta dei chiari obiettivi: “Come sempre proverò a vincere o almeno a salire sul podio. Nel 2017 voglio far bene in Coppa del Mondo cercando di rivincerla e puntare diritta ai Mondiali di Lipsia in Luglio”.

Il sogno però è solo uno: “Anche se è lontana la prossima Olimpiade di Tokyo 2020. Il sogno sarebbe quello di competere in due armi, fioretto e sciabola”.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Augusto Bizzi per Federscherma

andrea.ziglio@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top