Volley, SuperLega – Settima giornata: Modena strapazza Perugia nel big match! Al comando con Civitanova, Trento soffre ma vince

Modena-Volley-campionato.jpg

Festività di Ognissanti con la SuperLega, impegnata con la settima giornata. Siamo a metà del girone d’andata per quanto riguarda il massimo campionato italiano di volley maschile, le due battistrada confermano il proprio strapotere ribadendo l’imbattibilità stagionale. Passeggiata esterna per Civitanova, Modena vince il big match contro una Perugia sempre più in crisi, Trento mantiene il passo delle due capoliste, Verona non molla il colpo.

 

Modena strapazza Perugia nel big match di giornata e si conferma al comando della classifica. I Campioni d’Italia espugnano il gremitissimo PalaEvangelisti e infliggono un pesante dispiacere ai 4000 spettatori locali in un clima da spot del volley.

I Block Devils perdono invece il secondo scontro diretto della stagione (sabato erano crollati a Trento) e ora urge un serio esame della situazione in casa di una delle corazzate del campionato, seria pretendente allo scudetto, anche perché il terribile tour de force prevede domenica l’ultima tappa contro Civitanova. Campanelli d’allarme a Perugia che ancora fatica a trovare l’amalgama: bisogna rivedere alcuni passaggi, il malumore di patron Sirci si era già fatto sentire e il ko odierno rincarerà la dose. La vetta della classifica è ora lontana addirittura sette punti!

I ragazzi di Boban Kovac hanno vinto il primo set approfittando degli errori avversari al servizio e trovando nel gioco al centro con Podrascanin la giusta soluzione. Equilibrio anche nel secondo parziale fino a quando Vettori e Ngapeth non si inventano dei colpi impossibili, sfruttando anche il servizio di Holt: 20-17 e ipoteca sul pareggio. Nella terza frazione Zaytsev si rianima per un attimo, lotta punto a punto poi lo show finale di Ngapeth che sigla una tripletta da urlo e spinge avanti i Canarini. Modena inizia a dominare, tiene in mano il gioco nel quarto set e a poco serve il rientro di Atanasijevic dopo la lunga assenza per infortunio.

Le chiavi dell’incontro sono sostanzialmente state due: la pessima giornata di Ivan Zaytsev (10 punti, 31% in fase offensiva) e la prova sopra le righe di Earvin Ngapeth (20 punti, 59% in attacco, 2 aces, 68% di positiva in ricezione) che si è scatenano nei momenti decisivi. Lo Zar ha steccato una partita importante al cospetto del suo rivale francese che ancora una volta ha trascinato i propri compagni, ben supportato da un ottimo Luca Vettori (17), dalla prova di capitan Petric (19) e dalla solidità dei centrali Matteo Piano e Max Holt. Dall’altra parte della rete bene Podrascanin (14).

 

Civitanova ha replicato agevolmente al successo di Modena e si conferma al comando proprio insieme agli emiliani (primo posto per quoziente punti). La Lube non ha avuto problemi sul campo di Vibo Valentia, tenuta abbondantemente a bada in tre rapidi parziali. Prestazione superlativa dell’opposto Sokolov (18 punti, 58% in attacco, 3 muri), Osmany Juantorena (9 punti, 37% in attacco) non ha dovuto fare gli straordinari, coach Blengini ha rivisto parte del sestetto scegliendo Cester al posto di Candellaro al centro.

Trento come preventivato fatica al Pala De André ma alla lunga riesce ad avere la meglio sulla combattiva Ravenna che nelle scorse settimane aveva costretto al tie-break Perugia e Modena. I vicecampioni d’Italia rimangono a tre lunghezze di distanza dalla coppia di testa ma devono ancora recuperare la partita con Piacenza (17 novembre). Lorenzetti ha scelto ancora di affidarsi a Gabriele Nelli nel ruolo di opposto e il giovane lo ha premiato con 19 punti, in coppia con Simone Giannelli (7 punti personali) bravo anche a utilizzare i centrali Solé (13) e Van De Voorde (14 con addirittura 6 muri) oltre al solito capitan Lanza (14). I giallorossi hanno lottato a lungo, soprattutto nei parziali centrali, 22 punti del solito Torres a farla da padrona ma alla lunga non è stato sufficiente contro una squadra superiore.

Verona rimane a due punti dalla vetta! Continua la cavalcata dei ragazzi di Giani che si confermano squadra di sostanza battendo Milano in trasferta, sempre grazie al superlativo Uros Kovacevic () e al braccio di Mitar Djuric (), oltre all’eccellente regia di Baranowicz premiato come MVP. Gli scaligeri si tengono ben stretto il terzo posto in classifica, in attesa di affrontare i big match che valuteranno le vere possibilità della Calzedonia. I meneghini hanno riabbracciato Sbertoli ma l’assenza di Skrimov e Starovic è davvero troppo pesante.

 

Padova ha strappato tre punti pesantissimi in ottica playoff sconfiggendo Monza, ancora priva dello squalificato palleggiatore Jovovic e degli infortunati Hirsch e Raic. Coach Falasca si è dovuto ancora inventare i miracoli per costruire il sestetto titolare che, pur lottando parecchio, poco ha potuto contro i veneti trascinati dal solito Maar (15) e dal buon Volpato (11) in una partita con tanti errori da ambo le parti.

Quarta vittoria consecutiva per Piacenza, la prima senza dover passare dal tie-break. Gli emiliani hanno espugnato il campo della matricola Sora grazie ai 23 punti (61% in attacco, 3 aces) del solito Hernandez.

Prima vittoria stagionale per Latina che, dopo sei ko consecutivi e la rottura del rapporto con coach Nacci, ha sconfitto Molfetta in casa. Decisivo l’eterno Fox Fei (23 punti) che ha vinto nettamente il duello con Giulio Sabbi (17 ma solo 36% in attacco).

 

Di seguito tutti i risultati dettagliati della settima giornata di SuperLega e la nuova classifica generale del massimo campionato italiano di volley maschile:

Sir Safety Conad Perugia vs Azimut Modena              1-3 (25-22; 22-25; 21-25; 22-25)

Top Volley Latina vs Exprivia Molfetta             3-1 (25-22; 23-25; 25-14; 25-19)

Kioene Padova vs Gi Group Monza             3-0 (26-24; 25-20; 25-23)

Bunge Ravenna vs Diatec Trentino                 1-3 (23-25; 30-32; 30-28; 21-25)

Revivre Milano vs Calzedonia Verona                 0-3 (21-25; 19-25; 17-25)

Biosì Indexa Sora vs LPR Piacenza                 0-3 (25-27; 20-25; 23-25)

Tonno Callipo Vibo Valentia vs Cucine Lube Civitanova               0-3 (19-25; 20-25; 20-25)

 

# SQUADRA PUNTI PARTITE GIOCATE PARTITE VINTE
1. Civitanova 20 7 7
2. Modena 20 7 7
3. Verona 18 7 6
4. Trento 17 6 6
5. Perugia 13 7 5
6. Padova 11 7 3
7. Monza 10 7 3
8. Piacenza 9 6 4
9. Ravenna 7 7 2
10. Milano 5 7 1
11. Molfetta 4 7 1
12. Latina 4 7 1
13. Vibo Valentia 3 7 1
14. Sora 3 7 1

 

Lascia un commento

Top