Volley, SuperLega – Settima giornata: c’è il big match Perugia-Modena! Zaytsev per il riscatto, Civitanova e Trento per approfittarne

Modena-Volley.jpg

Festività di Ognissanti e SuperLega in campo per un turno infrasettimanale che segna il giro di boa del girone d’andata. Il massimo campionato italiano di volley maschile è giunto alla settima giornata, in programma integralmente oggi pomeriggio.

 

Riflettori puntati sul PalaEvangelisti dove si giocherà l’attesissimo big match tra Perugia e Modena, secondo scontro stagionale di cartello dopo la bella vittoria di Trento proprio sui Block Devils i quali cercheranno un pronto riscatto contro i Campioni d’Italia. Si tratta della rivincita della Finale di Supercoppa, vinta dai Canarini dopo aver rimontato un incredibile 3-8 nel tie-break.

La capolista si presenta in Umbria forte di sei vittorie consecutive e un solo punto lasciato per strada (contro Ravenna) mentre i ragazzi di Boban Kovac si trovano costretti a inseguire a quattro lunghezza: il match odierno ha già una valenza importante per Ivan Zaytsev e compagni che non possono crollare ancora una volta in uno scontro diretto, pena il rischio di avere un brutto contraccolpo psicologico per il prosieguo della stagione.

Siamo solo a inizio novembre ma il patron Sirci ha già tuonato contro i ragazzi, anche se bisogna considerare che questa Perugia è davvero tutta nuova, sta giocando senza Atanasijevic e deve ancora trovare gli automatismi giusti. Questo è un match da Zar: dopo aver commesso troppi errori contro Trento, Ivan deve tirare fuori gli artigli e ruggire in una partita calda e sentitissima, anche perché sottorete si ritroverà il rivale Eavin Ngapeth. Si preannunciano scintille, con il francese ancora avvelenato per le Olimpiadi ma in grande stato di forma in questo avvio di stagione.

Ivan si troverà a duellare nel ruolo con Luca Vettori, al centro si potrebbero ritrovare Emanuele Birarelli e Matteo Piano, a patto che riesca a trovare una maglia da titolare accanto a Max Holt o Kevin Le Roux. Al centro ci sarà anche Marko Podrascanin per Perugia in un reparto davvero ricco di stelle. Sarà una partita con grandi attacchi e servizi importanti, proprio per questo la ricezione (Petric-Ngapeth contro Russell-Berger) dovrà rispondere nel migliore dei modi.

 

Chi potrà approfittare del big match è senza dubbio l’altra capolista Civitanova che, dopo essere stata costretta al tie-break da Padova, affronta la trasferta di Vibo Valentia con rinnovate ambizioni. Scacciata la paura contro i veneti, Osmany Juantorena e compagni vanno alla ricerca di tre punti sulla carta assolutamente alla portata ma i calabresi non sono da sottovalutare visto che due settimane fa hanno rosicchiato un punto a Perugia. La Pantera non sta benissimo ma dovrebbe essere della partita, probabilmente accanto a Cebulj che tre giorni fa è stato determinante proprio come il solito opposto Sokolov. Vedremo se Kantor riuscirà a recuperare il suo fondamentale posto 2.

Trento rimane alla finestra, distanziata di tre punti dalle capoliste ma con ancora una partita da recuperare. I vicecampioni d’Europa non vorranno lasciare sul piatto punti importanti ma la trasferta a Ravenna è tutt’altro che semplice. Al Pala De André sarà partita vera con i giallorossi già capaci di togliere punti a Perugia e Modena. Torres e Lyneel contro Nelli (giocherà ancora lui al posto di Stokr) e Lanza, imbeccati da Simone Giannelli che duellerà con l’altro giovane Luca Spirito. I dolomitici sono reduci dalla vittoria nel big match contro Perugia ma sono nel pieno di un tour de force che potrebbe pesare sulle gambe dei ragazzi di Lorenzetti.

Verona chiederà strada a Milano per rimanere nel gruppo delle big. Gli scaligeri partiranno con tutti i favori del pronostico contro i meneghini che stanno affrontando un periodo complicato viste le assenze di Sbertoli, Starovic e Skrimov mentre i ragazzi di Giani puntano sulla classe di Kovacevic e sul braccio caldo di Djuric.

 

Match molto interessante tra Padova e Monza, due squadre in lotta per i playoff e immediatamente dietro alle corazzate. I veneti partono però favoriti dopo aver perso solo al tie-break contro Trento e Civitanova, esprimendo un gioco di altissima qualità. Dall’altra parte della rete, inoltre, i brianzoli saranno privi del palleggiatore titolare Jovovic che sconta l’ultimo turno di squalifica e degli opposti Hirsch e Raic ma con la gradevole scoperta Dzavoronok a disposizione. Servirà un grande cuore da parte dei ragazzi di Falasca per avere la meglio su Giannotti, Fedrizzi, Maar e Shaw, quartetto che sta facendo meraviglie in casa Kioene.

Piacenza, reduce da tre vittorie consecutive al tie-break, cerca la quarta affermazione sul campo della combattiva Sora, matricola mai doma che davanti al proprio pubblico ha centrato settimana scorso il suo primo successo in SuperLega. I terribili cubani Hernandez, Hierrezuelo e Marshall vorranno fare la differenza.

Sfida di bassa classifica tra il fanalino di coda Latina (sei sconfitte consecutive, interrotti i rapporti con coach Nacci) e la deludente Molfetta che dovrà aggrapparsi alla solita carrellata di punti di Giulio Sabbi.

 

Di seguito il programma dettagliato della settima giornata di SuperLega, il massimo campionato italiano di volley maschile:

MARTEDÌ 1° NOVEMBRE:

17.15     Sir Safety Conad Perugia vs Azimut Modena (diretta tv su RaiSport1)

18.00     Top Volley Latina vs Exprivia Molfetta (diretta streaming su Lega Volley Channel)

18.00     Kioene Padova vs Gi Group Monza (diretta streaming su Lega Volley Channel)

18.00     Bunge Ravenna vs Diatec Trentino (diretta streaming su Lega Volley Channel)

18.00     Revivre Milano vs Calzedonia Verona (diretta streaming su Lega Volley Channel)

18.00     Biosì Indexa Sora vs LPR Piacenza (diretta streaming su Lega Volley Channel)

18.00     Tonno Callipo Vibo Valentia vs Cucine Lube Civitanova (diretta streaming su Lega Volley Channel)

 

(foto pagina Facebook Modena Volley)

Lascia un commento

Top