Volley, Ivan Zaytsev: “La mia scarpa ideale: cerco uno sponsor per farla! L’importanza della tecnologia”

Ivan-Zaytsev-Italia-volley-World-League.jpg

Ivan Zaytsev ha rilasciato un’intervista a You Tech, magazine che si occupa di tecnologia a 360°. Ormai anche questo aspetto è parte integrante della pallavolo ed è sempre più importante. Lo Zar, opposto/schiacciatore di Perugia e icona della nostra Nazionale, si è dilungato su questo argomento e poi ha svelato una curiosità sulle sue scarpe…

 

Nella pallavolo la tecnologia sta assumendo un ruolo molto importante: il gioco è più fisico, si è molto evoluto, il pallone viaggia a velocità altissime, e finalmente è stato introdotto in campo un supporto simile all’occhio di falco del tennis.

È fondamentale per gli arbitri che in questo modo riescono a capire esattamente cosa sta succedendo in campo. Se invece usciamo dal campo, l’uso delle telecamere in HD e del software dedicati permette uno studio delle partite e dell’avversario che permette di impostare la strategia di gioco”.

 

Lo Zar si sofferma anche sui materiali: La mia fissa sono le scarpe: sto cercando da diverso tempo la mia scarpa ideale. Sono arrivato a usare scarpe con tecnologia del 1997. La calzatura è una questione molto personale, il supporto è essenziale per evitare infortuni e stress alle giunture. Ai tempi di papà si giocava semplicemente con le Asics Tiger che avevano una soletta con la quale sentivi anche i assolini. Punto. La tecnologia ha allungato la durata della carriera degli atleti”.

Pesando più di cento chili e avendo un’elevazione importate, in una scarpa cerco un supporto adeguato alle caviglie, che non sia troppo morbida ma che non limiti il movimento e che sia durevole. Adesso trovo delle scarpe comode di varie marche ma che mi durano in media due settimane. Se durano un mese quasi sicuramente risultano scomode perché sono troppo rigide.

Purtroppo la pallavolo non è ancora uno sport appetibile per gli sponsor… Inspiegabile visto che è il secondo sport in Italia per numero di tesserati. Il mio sogno sarebbe legarmi a uno sponsor tecnico con il quale creare una scarpa su misura per me. Nessuno si è interessato concretamente a questa cosa fino a ora, ma non demordo”.

 

stefano.villa@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top