Volley femminile, Serie A1 – Quinta giornata, le pagelle: Fabris e Diouf bomber, Casalmaggiore vola, Busto sorprende, Scandicci c’è

Conegliano-Casalmaggiore-volley.jpg

Nel weekend si è disputata la quinta giornata della Serie A1 di volley femminile. Di seguito le consuete pagelle per conoscere i top e i flop dell’ultimo turno.

 

SAMANTA FABRIS e LAUREN GIBBEMEYER: 10. Mettono il timbro sul successo di Casalmaggiore nell’attesissimo big match contro Conegliano. Le Campionesse d’Europa sconfiggono le Campionesse d’Italia e volano al comando della classifica grazie soprattutto ai 31 punti dell’opposto croato (49% in attacco, 3 aces) e alle 8 stampatone della centrale statunitense.

VALENTINA DIOUF e FEDERICA STUFI: 9. Busto Arsizio espugna Bergamo grazie soprattutto a 22 stampatone di squadra, infila il quarto successo consecutivo e sale in solitaria al secondo posto, a un solo punto dalla capolista Casalmaggiore. Le Farfalle vengono trascinate da una Diouf in grande spolvero (22 punti) e dagli incredibili 9 muri di una scatenata Stufi.

ENRICA MERLO, ANETA HAVLICKOVA e FLO MEIJNERS: 8. Il libero vola ovunque, l’opposto ceco torna quella di scudetto di quattro anni fa (17 punti, 40%, il martello olandese confeziona la solita partita di lusso (16 marcature, 45% in fase offensiva e 60% in ricezione), si aggiungono anche le 4 stampatone di Adenizia e Scandicci esce vittoriosa dalla complicata partita con Monza, salendo così al terzo posto in classifica, a soli due punti dalla capolista.

INDRE SOROKAITE e STEPHANIE ENRIGHT: 8. Le due bomber di una scatenata Firenze che rimonta Novara e si regala una vittoria fondamentale: 26 punti per l’opposta (43%), 22 marcature per il martello (52%).

 

CONEGLIANO: 5. La seconda sconfitta stagionale fa malissimo, in particolar modo se maturata contro Casalmaggiore in un big match molto sentito. Le ragazze di Mazzanti non riescono a fermare l’avanzare di Fabris, vengono bloccate da Gibbemeyer, non riescono a uscire dalle difficoltà con Bricio e Ortolani.

CLUB ITALIA: 4. La squadra federale, dopo un avvio arrembante con il tie-break perso contro Casalmaggiore, ha iniziato a faticare. Emblematica la sconfitta sul campo di Bolzano che addirittura non vinceva dal dicembre 2015! Un 3-0 roboante che inchioda le azzurrine all’ultimo posto in classifica, cinque sconfitte consecutive e unica squadra ancora a secco di successi in campionato. La solita Paola Egonu (21 punti) non può bastare.

NOVARA: 5. Terza sconfitta consecutiva, un brutto ko casalingo contro Firenze. Le piemontesi erano partite con il piede di guerra ma ormai sembra essersi aperta una crisi. La testa ha fatto la differenza perché avanti 2-1 e con un buon margine di punti nel quarto set è stato dilapidato tutto. Urgerà risalire subito la china.

 

(foto Simone Contesini)

Lascia un commento

Top