Volley femminile, Serie A1 – Quarta giornata, le pagelle: Meijners e De Kruijf spettacolari, Fabris bomber, Diouf batte l’infortunata Egonu

Casalmaggiore-volley-mondiale.jpg

 

Nel weekend si è disputata la quarta giornata della Serie A1 di volley femminile che si completerà il 23 novembre con il recupero tra Bergamo e Modena. Di seguito le consuete pagelle per conoscere i top e flop del fine settimana.

 

SAMANTA FABRIS: 9. Bomber indiscussa, a tutto braccio con la sua Casalmaggiore che grazie a suoi 24 punti si sbarazza di Novara nel big match di giornata e vola al comando della classifica. Le Campionesse d’Europa devono attendere il recupero tra Bergamo e Modena ma intanto sono tornate a occupare il primo posto! Bella prova della croata ma da evidenziare anche i 5 muri di Gibbemeyer.

FLO MEIJNERS: 9. Risolve la partita contro il fanalino Montechiari, a sorpresa resasi complicata dopo il primo set perso. La schiacciatrice olandese si prodiga in attacco (23 punti, 6 aces), confeziona un’ottima performance in ricezione e trascina la sua Scandicci verso un successo importantissimo in classifica. La solita Adenizia con i suoi 5 muri ha fatto la sua parte.

ROBIN DE KRUIJF: 8. La donna in più per Conegliano, precisa come non mai (61% in attacco) e concreta con i suoi 16 punti che trascinano le Campionesse d’Italia verso un agevole successo contro Bolzano. Una centrale da urlo molto utilizzata da Skorupa che l’ha preferita ad Ortolani (usata col contagocce), alternandola con Bricio e Cella.

VALENTINA DIOUF: 8. Purtroppo non va in scena l’atteso duello con Paola Egonu (l’opposto del Club Italia si è infortunata alla caviglia in avvio di primo set) ma l’icona di Busto Arsizio svolge al meglio il suo compito, si merita il titolo di MVP segnando 19 punti (3 muri, 45% in attacco). E intanto la Yamamay infila il terzo successo consecutivo…

 

NOVARA: 5. Seconda sconfitta consecutiva, ancora una volta in un big match: dopo il ko a Bergamo, arriva anche la sconfitta casalinga contro Casalmaggiore. La Igor dovrà fare un esame interno dopo i proclami della vigilia e la campagna acquisti di qualità che ha potato Dijkema, Piccinini e Plak alla corte di coach Fenoglio.

CLUB ITALIA: 5. Senza Paola Egonu si spegne la luce alle azzurrine che faticano contro l’esperta Busto Arsizio. La squadra federale è ancora a secco di vittorie, con soli due punti all’attivo (quelli derivanti dai tie-break persi contro Casalmaggiore e Firenze).

 

Lascia un commento

Top