Volley femminile, l’Italia aspetta il CT della Nazionale. Il nome tarda ad arrivare, Mazzanti in pole position

Davide-Mazzanti.jpg

Ormai siamo a dicembre e non c’è ancora nessuna notizia ufficiale su chi sarà il Commissario Tecnico della Nazionale Italiana di volley femminile. Ritorniamo sul tema per due motivi: Carlo Magri, Presidente della FIPAV, aveva rilasciato una breve intervista alla Gazzetta dello Sport a inizio ottobre e aveva detto che nel giro di poche settimane avremmo ricevuto delle novità ma non c’è stato nessun annuncio; Lang Ping, CT della Cina Campionessa Olimpica a Rio 2016, ha dichiarato di aver ricevuto una proposta ma di averla rifiutata.

La stagione per Nazionali sembra essere lontanissima ma in realtà non manca così tanto sotto il profilo temporale: il 30 maggio l’Italia incomincerà il torneo di qualificazione ai Mondiali 2018, l’ostica trasferta in Belgio metterà subito alla prova le azzurre.

Sarebbe dunque auspicale conoscere chi sarà la guida della rinascita del gruppo dopo la debacle olimpica. Si ripartirà con le giovani (tra le altre Orro, Egonu, Danesi, Sylla, Chirichella, Diouf) ma chi le manderà in campo? Tutti gli indizi portano a Davide Mazzanti, coach di Conegliano reduce da due scudetti consecutivi (l’ultimo con le Pantere, l’anno prima con Casalmaggiore) ma si attendono conferme. Conferme che arriveranno prima delle elezioni federali previste per febbraio 2017 e che vedranno Carlo Magri ancora candidato dopo vent’anni in sella alla poltrona più importante?

 

(foto Roberto Muliere)

One thought on “Volley femminile, l’Italia aspetta il CT della Nazionale. Il nome tarda ad arrivare, Mazzanti in pole position”

  1. Nany74 scrive:

    …tutto ciò con buona pace di Conegliano che probabilmente, in pieno girone di ritorno, avrà un ct che penserà già alla nazionale. Forse sarà il caso di contattare qualcuno della Lube, almeno per farsi dare il numero di un buon terapista dopo una stagione da “spendi senza vincere niente”…bravi…sempre meglio!! Mah…

Lascia un commento

Top