Tiro, modifiche in vista per il programma olimpico: introduzione di gare miste in sostituzione di alcuni eventi maschili?

Bacosi_Tiro-a-volo_ISSF_Voice-2-Media.jpg

Aria di cambiamento in casa ISSF. La Federazione Mondiale degli Sport di Tiro ha infatti deciso di avviare un processo di ammodernamento delle discipline del tiro a segno e del tiro a volo, storicamente quelle in cui l’Italia eccelle. Il CIO (Comitato Olimpico Internazionale) è al lavoro con le Federazioni Internazionali “per arrivare a trovare un equilibrio nel programma olimpico del tiro, cioè far giungere al 50% la partecipazione delle donne negli eventi, così da creare anche uno sviluppo nel mondo dello sport“.

All’interno dei Giochi Olimpici, il tiro attualmente può contare nove eventi maschili e sei femminili, quindici in tutto (cinque della carabina e altrettanti per pistola e tiro a volo). Di questi cinque, tre sono riservati agli uomini, mentre solamente due sono quelli per le donne. Per questo, un Comitato ad hoc dell’ISSF sta studiando l’introduzione di gare miste, con coppie formate da due atleti per sesso. In particolare, si sta pensando di sostituire il double trap maschile con una gara di fossa olimpica mista, la carabina 50m a terra maschile con una carabina 10m mista e, infine, la pistola 50m uomini con una pistola 10m mista.

Per ora, si tratta solamente di ricerche e studi che verranno poi presentate pubblicamente in occasione del prossimo Consiglio del Comitato Amministrativo e Esecutivo dell’ISSF. Il CIO si riserverà poi di decidere definitivamente a metà 2017 per le sorti del tiro a Tokyo 2020.

giuseppe.bernardi@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: ISSF Voice 2 Media

Tag

Lascia un commento

Top