Tennis, ATP Finals 2016: Novak Djokovic apre le danze contro Dominic Thiem, Milos Raonic-Gael Monfils nel serale

tennis-novak-djokovic-melbourne-fb-australian-open.jpg

E’ tutto pronto per le ATP World Tour Finals di Londra che scatteranno tra poche ore con due match di altissimo livello: Djokovic-Thiem nella sessione diurna e Raonic-Monfils nel serale. Per quanto riguarda il torneo di doppio, invece, si comincia alle ore 13:00, quando scenderanno in campo i mitici fratelli Bryan opposti a Dodig e Melo, mentre alle 19 sarà la volta di Jamie Murray, fratello del neo numero uno del mondo, che assieme a Soares sfiderà l’insidiosa coppia Huey-Mirnyi.

Non prima delle 15 italiane, come detto, Novak Djokovic e Dominic Thiem apriranno le danze nella splendida cornice della O2 Arena in quello che sarà il quarto confronto tra l’ex numero uno del ranking e l’attuale numero 9. Il serbo si è aggiudicato tutti e tre i precedenti fin qui disputati, anche se non sono mai mancati l’equilibrio e la voglia di lottare da parte dell’austriaco. I due si sono infatti fronteggiati a Shanghai nel 2014, dove Nole si impose per 6-3 6-4, a Miami nel 2016 (stesso score in favore del belgradese) e infine nella semifinale del Roland Garros di quest’anno, quando un Djokovic ormai avviato alla conquista della prima gemma a Parigi lasciò soltanto sette games all’inesperto allievo di Gunther Bresnik, il quale cercherà tuttavia di bagnare nel miglior modo possibile il suo esordio al Master.

Intorno alle 21 ora italiana, il settimo incontro tra Milos Raonic e Gael Monfils comincerà già a delineare le gerarchie nel gruppo intitolato a Ivan Lendl, premesso che Djokovic non dovrebbe incontrare grandi difficoltà nell’affermarsi al primo posto. Nei testa a testa fra questi due giocatori lo spettacolo è sempre stato elevato, come testimoniato dalla situazione di parità assoluta sul 3-3. Il gigante canadese si è imposto a San Jose nel 2011, agli Australian Open 2016 (6-3 3-6 6-3 6-4) e ad Indian Wells nello stesso anno (7-5 6-3), mentre l’imprevedibile francese, che ha centrato per la prima volta in carriera la qualificazione alle Finals, si è aggiudicato il successo a Stoccolma 2011 (6-7(6) 6-4 6-3), Halle 2013 (6-4 6-2) e Toronto 2016 (6-4 6-4). Le statistiche lasciano dunque presagire una battaglia serrata, ma questa manifestazione ci ha spesso insegnato a non dare nulla per scontato.

simone.brugnoli@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Pagina Facebook Australian Open

 

Lascia un commento

Top