Tennis, alla scoperta di Ludmilla Samsonova: il baby fenomeno azzurro

tennis-ludmilla-samsonova.jpg

“Dove voglio arrivare? Al numero uno del ranking WTA”. L’ambizione di Ludmilla Samsonova è enorme, proprio come i suoi mezzi tecnici e fisici. 18 anni, nata in Russia (Olenegorsk, Circolo Polare Artico) ma di nazionalità italiana, la giovane azzurra occupa attualmente la posizione numero 1076 delle classifiche mondiali, ma poco importa. In questa stagione ha iniziato a disputare tornei del circuito ITF, ben figurando al cospetto anche di alcune top 300.

Fisico possente, ottimo servizio, buon dritto, Ludmilla ha tutte le carte in regola per sfondare e divenire la tennista italiana del futuro Seguita da Riccardo Piatti (una garanzia), allenata da Andrea Volpini e Giulia Bruschi, impressiona per determinazione e qualità mentali. Lottatrice, capace di giocare al meglio su diverse superfici, dalla prossima stagione passerà a tempo pieno a giocare i tornei ITF, lasciando il circuito juniores. Il suo idolo è Maria Sharapova, nata in una terra glaciale proprio come Samsonova. Ludmilla è fiera di essere diventata italiana a tutti gli effetti, ma ricorda con orgoglio le sue origini. In Russia ha ancora molti parenti, che vorrebbe rivedere…

E’ ancora presto per parlare di top ten e di futuro brillante, ma ciò che Ludmilla ha mostrato da juniores è davvero importante. Nel 2017 capiremo se davvero questa ragazza potrà diventare una tennista di livello top, sperando non pesi il passaggio dalle categorie giovanili al professionismo, spesso ostacolo insormontabile per molti fortissimi junior.

ciro.salvini@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Tag

Lascia un commento

Top