Speed skating: avvio difficile per Andrea Giovannini. Ci sono però i presupposti per riscattarsi

andrea-giovannini-pagina-facebook.jpg

Non certo un avvio di stagione da incorniciare per Andrea Giovannini, ad Harbin (Cina), nella  Coppa del Mondo 2016-2017 di speed skating. Il 23enne di Baselga di Pinè, reduce da un’ottima stagione, coincisa con il quinto e sesto posto negli Europei e Mondiali Allround, ha un po’ deluso le attese, nella prima tappa cinese di World Cup, non centrando la top10 dei 5000m e ottenendo l’undicesima prestazione della graduatoria, capeggiata dal solito Sven Kramer.

Prestazione che ha destato qualche perplessità nella distribuzione: avvio estremamente veloce, da podio, e poi crollo nelle ultime tornate. Una gestione delle sforzo non ideale? Una condizione non ancora al 100% perchè finalizzata ai grandi appuntamenti di inizio 2017?

Di sicuro, il risultato del primo weekend di Coppa non avrà soddisfatto lo stesso Andrea, in cerca di un ulteriore salto di qualità e motivato a migliorarsi sempre di più. Una “falsa partenza” che, comunque, non preclude di certo il cammino di Giovannini.

Già dal prossimo round (18-20 novembre)  di Nagano (Giappone), infatti, l’azzurro ha la possibilità di riscattarsi, esibendosi nuovamente sia nei 5 km che nel team pursuit, insieme ai fedeli Nicola Tumolero e Michele Malfatti (quinto posto in Cina). Il talento non manca al giovane skater italiano ed il ghiaccio nipponico potrebbe regalare al nostro portacolori grandi soddisfazioni.

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto dal profilo facebook di Andrea Giovannini

Lascia un commento

Top