Slittino, Coppa del Mondo 2016-2017: i favoriti del doppio. Sfida in casa Germania

1509720_751395488259893_4919021327209514595_n1-e1420300608293.jpg

Dopo singolo maschile e singolo femminile, va a chiudersi la nostra panoramica di presentazione della Coppa del Mondo di slittino, che prenderà il via sabato sul catino teutonico di Winterberg con la prima di nove intense tappe, con i favoriti del doppio.

Dovrebbe essere un duello tutto tedesco, così come è successo nelle ultime annate, per la conquista della sfera di cristallo. A sfidarsi i fenomeni Tobias Wendl e Tobias Arlt e gli astri nascenti Toni Eggert e Sascha Benecken. Partiamo con i detentori della Coppa (nonché vincitori quattro volte ed anche campioni olimpici in carica): i gemelli (si portano solo quattordici giorni di differenza sulla carta d’identità, entrambi classe ’87) dello slittino tedesco vogliono continuare a fare incetta di successi, non sembrano avere punti deboli, essendo anche titolati nella sprint per due volte di fila. Sono già riusciti a batterli nel 2015, arrivando anche vicinissimi nell’ultima edizione i compagni/rivali Eggert/Benecken: hanno dimostrato di valere i più esperti teutonici, anche se, spesso e volentieri, sono incappati in errori gravissimi rischiando addirittura il ribaltamento.

Proveranno ad inserirsi nella battaglia per il successo finale ma, molto probabilmente dovranno accontentarsi di semplici soddisfazioni parziali anche le tre coppie superesperte del circuito: Penz/Fischler, Oberstolz/Gruber e Sics/Sics. Gli austriaci hanno chiuso al terzo posto la passata stagione, conquistando ben otto podi, senza riuscire però a vincere. Hanno spezzato il tabù vittoria gli azzurri: da ricordare il successo nella sprint di Park City, anche se è mancata un po’ di costanza. Dopo un ottimo 2015, è mancato qualcosa anche ai gemelli lettoni, performanti a gare alterne. Il terzo gradino del podio sembra essere comunque alla portata di tutte e tre i doppi.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: FB Wendl/Arlt

Lascia un commento

Top