Short Track, Coppa del Mondo: Arianna Fontana stella solitaria, ma Dotti e Mascitto sono in continua crescita

short-track-arianna-fontana-fb-arianna-fontana.jpg

Dopo le prime due tappe americane di Coppa del Mondo è tempo di tracciare un piccolo bilancio sul rendimento della squadra azzurra. Come era prevedibile fin da inizio stagione le uniche possibilità di podio per l’Italia sono riposte in Arianna Fontana, ma segnali incoraggianti arrivano anche da altri componenti della nazionale, come Tommaso Dotti e Cynthia Mascitto.

Fontana resta la stella di un’Italia che fatica a trovare comunque una sua sostituta o comunque un’altra pattinatrice capace di raggiungere il suo livello. La fortuna non ha assistito Arianna in queste due settimane di gara, visto che la valtellinese è stata costretta a saltare quasi tutto il weekend di Calgary per un infortunio alla caviglia nella finale dei 500m, che ha poi certamente condizionato la preparazione per Salt Lake City. Alla fine sono comunque tre le finali raggiunte da Fontana (due nei 500m e una nei 1500m) nelle prime due prove di Coppa

Restando in campo femminile ha sicuramemte stupito il buon impatto con la maglia azzurra di Cynthia Mascitto. L’italo-canadese si è ben comportata sia a Calgary sia a Salt Lake City, centrando anche l’accesso alla finale B dei 1500m. Non si tratta ancora di una possibile protagonista per le posizioni di vertice, ma la strada è quella giusta. Ci si poteva aspettare qualcosa in più, invece, dalla staffetta, sempre eliminata in semifinale e costretta alla finale B. A Calgary va ricordato che Fontana non ha potuto partecipare, ma ci vuole un miglioramento generale da parte di tutte le altre azzurre.

Al maschile l’Italia sta facendo fatica e le due eliminazioni consecutive in staffetta ne sono una prova. Dal buio azzurro c’è comunque una luce ed è quella di Tommaso Dotti. Un ottimo inizio di stagione per il valtellinese, che nei 1500m è ormai vicinissimo ai migliori e a centrare la finale A, sfuggita a Salt Lake City davvero per pochissimo. Una crescita graduale, ma importante, quella di Dotti, che in questo momento è il leader di un gruppo che deve risalire da questo momento difficile. 
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

andrea.ziglio@oasport.it

Lascia un commento

Top