Short track, Coppa del Mondo 2016-2017: le azzurre ai raggi X. Arianna Fontana stella indiscussa

short-track-arianna-fontana-fb-arianna-fontana.jpg

La stagione della Coppa del Mondo di short track sta per cominciare e a Calgary questo fine settimana si svolgerà la prima tappa. Grande attesa in casa Italia per Arianna Fontana, che,  dopo l’anno scorso vissuto quasi in maniera sabbatica (almeno per i primi mesi ufficiali di gara), ha deciso di ripartire fin da subito e con grandi motivazioni in un biennio che porterà alle Olimpiadi di Pyeongchang 2018.

Di presentazioni la campionessa valtellinese non ne ha davvero bisogno, perchè si parla di una pattinatrice che ha portato l’Italia ai vertici dello short track mondiale. Molte volte anche la nostra stessa nazionale è stata raffigurata nella sola sua presenza. Arianna Fontana è un’eccellenza, capace di conquistare cinque medaglie olimpiche e quattordici mondiali (staffette comprese). Una vera e propria leggenda dello sport italiano e probabilmente un’atleta irripetibile nel panorama dello short track azzurro.

Dietro ad Arianna Fontana c’è un vuoto, almeno per quello che riguarda le possibilità di salire sul podio. Martina Valcepina è riuscita alcune volte nei 500m ad ottenere dei grandi risultati in passato, anche se il bronzo olimpico con la staffetta resta il punto più alto della sua carriera. Ormai lontana dal ghiaccio da oltre due anni, dopo che ha partorito due gemelle nel settembre 2014, la valtellinese avrà bisogno di tempo per rientrare in maniera definitiva.

Lucia Peretti è in questo momento la seconda punta di diamante della squadra italiana. Ottima protagonista in staffetta, con cui ha collezionato un bronzo olimpico e due medaglie iridate.  La nativa di Sondalo ha già conquistato dei buoni piazzamenti in Coppa del Mondo, soprattutto nelle distanze più lunghe.
Protagonista in staffetta è stata anche Elena Viviani, che cerca anche lei una maggiore continuità a livello individuale. In lotta per gli altri posti in staffetta ci sono comunque Cecilia Maffei, Arianna Sighel ed Arianna Valcepina

C’è curiosità nel vedere la crescita di Cinthya Mascitto (1992) e Nicole Botter Gomez, classe 1997 e al suo primo anno tra i senior. Entrambe hanno ben figurato in Olanda nella KNSB Invitation Cup in Olanda, dove. insieme a Fontana e Peretti, hanno portato l’Italia al secondo posto nella prova di staffetta.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top