Short Track, Arianna Fontana: “Voglio l’oro olimpico a Pyeongchang 2018”

short-track-arianna-fontana-fb-arianna-fontana.jpg

Nella splendida cornice del Palavela di Torino, che ospiterà dal 13 al 15 gennaio gli Europei indetti dall’Isu, era presente tutta la nostra nazionale di short track al gran completo, motivata a ben figurare nell’appuntamento di casa. per la presentazione della rassegna continentale. Non poteva mancare l’Angelo Biondo Arianna Fontana che, intervistata Tuttosport, ha reso note le proprie ambizioni per l’annata corrente e per le Olimpiadi di Pyeongchang 2018.

“Qui al Palavela tutto è iniziato col bronzo olimpico nel 2006 quando non avevo neanche 16 anni e qui ho vinto il titolo continentale del 2009. La rassegna in Italia ed il Mondiale di Rotterdam (marzo) sono i miei obiettivi stagionali. Punto decisa al sesto oro europeo” – ha dichiarato la 26enne valtellinese.

Fontana che viene da un inizio di stagione difficile, condizionato dall’infortunio alla caviglia di Calgary: Sto meglio ma non benissimo. La botta che ho preso in Canada mi ha impedito di esprimermi al meglio a Salt Lake City. La scorsa settimana ho sentito parecchio dolore. Non sono particolarmente in forma ma sarò al via dicembre nelle tappe di Shanghai e di Gangneung“. 

La medaglia di bronzo ai Giochi di Sochi ha poi chiarito che l’obiettivo vero è uno su tutti: “Manca un quid alla mia carriera: l’oro olimpico. E’ per quello che sto lavorando. Il target è di riempire la casella del medagliere nel 2018 a Pyeongchang”. L’azzurra  ha aggiunto altresì di non temere il condizionamento dei giudici, visto che i Giochi si terranno in Corea del Sud, tra le potenze di questo sport: “Non è uno dei miei crucci, penso solo a migliorarmi”.

Infine, l’atleta nostrana ha ribadito la necessità di un ricambio generazione e della crescita di attenzione nei confronti dello short track in Italia: “Il nostro movimento ha bisogno di farsi conoscere ampliando così la base di atleti. Avevo in mente un mio progetto – rivela la Fontana – Un video per la televisione, accattivante e d’impatto, che riuscisse a trasmettere le passioni e la spettacolarità dello short track. Non solo le gare ma anche il dietro le quinte: la preparazione, lo spogliatoio ecc…L’avrebbe composto l’agenzia di marketing che mi segue. Purtroppo l’Isu ha bocciato l’idea e la cosa mi ha molto amareggiata perchè si è persa un’interessante opportunità promozionale per i giovani. Bisogna comunicare verso l’esterno per attrarre nuovi praticanti”. 

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto da pagina FB Arianna Fontana

Lascia un commento

Top