Sci di fondo, Coppa del Mondo 2016-17: Federico Pellegrino-Francesco De Fabiani e il sogno staffetta. Italia ai nastri di partenza

Federico-Pellegrino-Sci-di-fondo-Pagina-FB-Fisi.jpg

Pochi ma buoni. Si può riassumere così la squadra maschile di sci di fondo che si appresta a debuttare in quel di Ruka. Utilizzando la terminologia calcistica l’Italia nella stagione di Coppa del mondo 2016/2017 schiera due punte e tre uomini pronti a inserirsi qualora capitasse l’occasione. Le due stelle sono ovviamente Federico Pellegrino e Francesco De Fabiani, gli altri tre sono Giandomenico Salvadori, Dietmar Noeckler e Maicol Rastelli. 

PELLEGRINO & FABIANI – Atleta dell’anno Fisi, italiano più vincente della storia di Coppa del Mondo, primo non scandinavo a vincere la coppetta per velocisti, sesto sprinter per numero di successi nel circuito maggiore. Sono parecchi i traguardi raggiunti da Pellegrino che ad appena 26 anni ha le carte in regola per scrivere altre pagine indelebili. Il fondista azzurro di Nus cercherà di riconfermarsi anche nei prossimi mesi, a partire dalla tappa finlandese, dove testerà la sua condizione dopo il leggero stiramento accusato due settimane fa. Un terzo posto a Oberstdorf in alternato e uno in pattinato a Falun con una volata incredibile (qui il video) sono invece il bottino di Francesco De Fabiani, più giovane di tre anni rispetto al connazionale. L’atleta dell’Esercito proverà a centrare la top ten nella classifica di Coppa del Mondo, obiettivo sfuggito di un soffio nella passata stagione.

SOGNO STAFFETTA – Buoni presupposti ci sono tuttavia anche per Dietmar Noeckler, Maicol Rastelli e Giandomenico Salvadori. Se i primi due vengono da un’annata non esaltante, il 2015/2016 è stato invece fondamentale per scoprire le potenzialità di Salvadori. Il fondista delle Fiamme Gialle classe 1992 ha colpito per la capacità di sciare bene sia nel classico che nel pattinaggio. Doti importanti che potrebbero risultare determinanti in ottica staffetta mondiale, sogno non nascosto dello stesso Pellegrino. Con Rastelli che ha dichiarato di non voler puntare soltanto sulle prove sprint, ecco dunque che potrebbe materializzarsi una lotta tra i tre per accaparrarsi gli ultimi due posti a disposizione.

francesco.drago@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

 

Lascia un commento

Top