Sci Alpino, Coppa del Mondo: voglia di riscatto e di podio a Killington per Federica Brignone

Federica-Brignone-Trovati-Pentaphoto.jpg

Il nono posto di Soelden ha lasciato l’amaro in bocca a Federica Brignone, che sperava di iniziare in altro modo una stagione per lei molto importante. Lo scorso anno la milanese aveva trionfato sul Rettenbach e si era presentata in America come la donna da battere, salendo ancora una volta sul podio ad Aspen.

Gare americane dunque che portano fortuna a Federica, che quando deve gareggiare negli Stati Uniti ottiene sempre degli ottimi risultati (tre terzi posti in carriera). Questa volta non si gareggerà ad Aspen, ma ci si trasferisce nel Vermont a Killington per una prima volta storica per la Coppa del Mondo di sci. Nel weekend si disputeranno un gigante ed uno slalom e saranno anche le uniche gare di questo fine settimana, visto che la mancanza di freddo e neve sulle piste nordamericane ha portato la Fis a cancellare le gare di Beaver Creek e quelle di Lake Louise.

Sorride dunque Federica Brignone, che avrà subito l’occasione di un pronto riscatto a Killington. La milanese nell’esordio a Soelden era stata brava nella prima manche, chiusa al quarto posto, mentre nella seconda si era un po’ persa, sbagliando troppo, ma terminando comunque tra le prime dieci. L’obiettivo di Federica in stagione è la coppetta di specialità o comunque provare a salire sul podio in questa graduatoria.

L’infortunio di Eva Maria Brem e una condizione non perfetta di Viktoria Rebensburg, rispettivamente prima e seconda la passata stagione, aprono sicuramente un grande spiraglio, ma è vietato per l’azzurra fallire anche l’appuntamento di Killington. Anche nella cittadina americana continuerà il duello tra Lara Gut e Mikaela Shiffrin, ma la concorrenza per Federica aumenta sempre di più e le prime rivali la milanese le ha propria in casa: Marta Bassino e Sofia Goggia.

Una rivalità interna che può aiutare e stimolare ulteriormente Brignone. Un buon risultato in gigante potrebbe anche giovare per lo slalom del giorno dopo. Tra i pali stretti Federica ha sempre detto di divertirsi, ma non è mai riuscita ad ottenere dei piazzamenti di rilievo. Il weekend di Killington può davvero rappresentare la svolta della stagione, anche in ottica polivalenza e dunque classifica generale, obiettivo che resta attualmente lontano, ma sul quale poco per volta ci si può lavorare.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine Trovati/Pentaphoto

Lascia un commento

Top