Sci alpino, Coppa del Mondo 2016/2017: Kristoffersen favorito per il trofeo di slalom anche senza Levi, ma Hirscher non ci sta

Kristoffersen-2015-Campiglio-02-Foto-Cattagni.jpg

Dopo la tappa inaugurale di Sölden, la Coppa del Mondo di sci alpino 2016/2017 farà tappa il prossimo fine settimana a Levi, in Finlandia, per il primo slalom speciale della stagione. Gli uomini, in particolare, saranno protegonisti sulla pista Levi Black nella giornata di domenica.

Dominatore della specialità nella passata stagione, il norvegese Henrik Kristoffersen punta a confermarsi come numero uno dei pali snodati, ed i pronostici lo vedevano effettivamente partire come favorito per la conquista del trofeo di specialità. Il ventiduenne, che non sarà presente a Levi a causa di un conflitto con la sua federazione nazionale, si troverà però in un ruolo che non ha mai ricoperto, visto che fino ad ora era sempre stato considerato come il giovane talentuoso in grado di disturbare i grandi: questa volta, invece, l’uomo da battere sarà proprio lui, ma le sue capacità e doti tecniche gli consentiranno sicuramente di reggere la pressione, a patto di riappacificarsi con la federazione di modo da saltare una sola prova.

Battuto in questa disicplina dopo un lungo dominio, Marcel Hirscher non ama essere considerato come il numero due, e certamente proverà a prendersi la sua rivincita già a partire da domenica. L’austriaco però ha anche in mente la classifica generale, e questo potrebbe pesare in una specialità dove il rischio di errore è sempre elevatissimo, visto che un buon piazzamento è sempre migliore rispetto ad uno zero. D’altra parte, Hirscher dovrà fare attenzione a non concedere troppo a Kristoffersen, visto che lo scandinavo punta ad impensierirlo anche in ottica Coppa assoluta.

In base ai risultati delle ultime stagioni, il terzo pretendente al podio di specialità potrebbe essere il tedesco Felix Neureuther, sempre costante nelle posizioni di vertice, ma c’è grande attesa anche per capire quali saranno le prestazioni in slalom di Alexis Pinturault. Il francese, infatti, ha già vinto in questa disciplina, ma è anche stato protagonista di numerose uscite che gli hanno impedito di diventare un protagonista a tutti gli effetti. Visto lo stato di forma dimostrato sul Rettenbach, però, il campione di Courchevel potrebbe rivelarsi finalmente solido e costante anche in slalom.

Per quanto riguarda i colori azzurri, l’Italia può vantare una squadra molto solida, seppur priva del grande fuoriclasse: Stefano Gross, Giuliano Razzoli, Manfred Mölgg ed il veterano Patrick Thaler sono tutti in grado di lottare per le posizioni di vertice e raccogliere podi sulle piste più disparate, in attesa che le nuove leve si facciano strada da dietro.

giulio.chinappi@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: FOTO CATTAGNI

Lascia un commento

Top