Salto con gli sci: la nazionale italiana riparte con il tecnico polacco Lukasz Kruczek

Schermata-2014-11-20-alle-20.17.20.png

Il salto con gli sci italiano prova a ripartire. E lo fa con Lukasz Kruczek, tecnico polacco con un passato di spicco proprio con la nazionale di casa con cui ha vinto, grazie a Kamil Stoch, Coppe del mondo e medaglie alle Olimpiadi. L’obiettivo, per l’Italia, difficilmente sarà lo stesso della Polonia, dove il salto è uno sport seguito e praticato a livelli esponenzialmente più alti che in Italia.

Con la prima stagione estiva alle spalle di questo nuovo gruppo di lavoro e l’inverno alle porte, la situazione italiana sembra essere migliorata rispetto al passato: Davide Bresadola, Sebastian Colloredo e Alex Insam si sono ben comportati nella Coppa Continentale estiva, chiudendo tra i migliori 10 della classifica finale, e la speranza è che possano ripetersi anche in Coppa del mondo sugli stessi livelli, entrando con costanza in zona punti.

Il tecnico Kruczek si è espresso in questo modo sulla sua nuova avventura: “Sto vivendo un’esperienza diversa da quelle del passato, quando guidavo squadre che disponevano di budget superiori, ma il materiale umano è molto simile. La mia prima impressione è che le cose semplici spesso diventano le più complicate e le più importanti, per cui siamo ripartiti da zero, sia a livello di atleti che di allenatori. Personalmente vivo una situazione simile a venti anni fa, quando venni chiamato ad allenare la squadra del mio Paese. Non avevamo una base, adesso sono diventati una delle nazioni più forti del circuito, l’Italia vuole intraprendere una strada simile, ma siamo solamente all’inizio di un processo che durerà a lungo“.

Come già accennato, i tre fari della squadra maschile in questo momento sono Bresadola, Colloredo e Insam. L’Italia, però, può portare solamente due atleti alle gare individuali di Coppa del mondo e questo potrebbe portare ad una turnazione degli atleti, con i due più in palla nel massimo circuito Fis e il terzo aggregato alla squadra in Coppa Continentale. Per la prima gara stagionale di CdM di Ruka sono stati selezionati Colloredo e Bresadola, che rappresentano l’esperienza: lo sguardo sul futuro, però, sembra più luminoso. 

Twitter: @Santo_Gianluca

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Photo: Erlend Bjørtvedt (CC-BY-SA)

Lascia un commento

Top