Salto con gli sci, Coppa del mondo: a Ruka è un affare per Prevc. Peter cade ed è terzo: vince il fratello Domen

Prevc-Salto-libera.jpg

Finale rocambolesco per la prima gara stagionale della Coppa del mondo di salto con gli sci sul trampolino Hs 142 di Ruka, in Finlandia: il giovanissimo Domen Prevc, classe 1999, ha conquistato la prima vittoria della carriera sfruttando una caduta, parrebbe senza conseguenze, del fratello maggiore Peter, detentore della Sfera di Cristallo e al comando a metà gara.

Il giovane sloveno era quarto al termine della prima serie di salti ma nella seconda ha realizzato il miglior punteggio atterrando a 140 metri e mezzo e scavalcando tutti gli atleti che aveva davanti. Cresciuto esponenzialmente nell’ultimo anno, era già stato in grado di salire due volte sul podio ma mai sul gradino più alto, in quelle occasioni occupato da Peter. Severin Freund ha chiuso la gara in seconda posizione con 3,5 punti di ritardo da Prevc. Il tedesco, però, ha fornito ottime risposte dopo l’intervento subito in primavera e che ne metteva in dubbio le potenzialità di giocarsi la classifica generale di Coppa del mondo. Nonostante fosse solo la prima gara sembra abbia già trovato i giusti meccanismi per essere competitivo.

Può recriminare Peter Prevc, che a causa di una spigolata ha buttato al vento una gara già vinta. Il dominatore dello scorso inverno aveva messo sin da subito le cose in chiaro con il primo salto, con cui aveva fatto il vuoto rispetto ai contendenti. Nel secondo aveva replicato la prestazione di Domen ma dopo l’atterraggio ha perso il controllo dello sci destro, finendo a terra. Per fortuna non sembrano esserci conseguenze, lui ha concluso la gara al terzo posto (a confermare quanto abbia saltato bene) e suo fratello ha vinto: il bilancio, tutto sommato, è comunque positivo. 

Più lontani tutti gli altri, con l’austriaco Manuel Fettner che si è issato al quarto posto precedendo il polacco Maciej Kot e i tedeschi Karl Geiger e Markus Eisenbichler. Gli austriaci Kofler e Kraft hanno occupato ottava e nona piazza con il francese Descombes alle loro spalle, mentre Michael Hayböck si è dovuto accontentare dell’11esima posizione.

Sebastian Colloredo, unico italiano impegnato in gara, ha chiuso al 38esimo posto, escluso dalla zona punti e dalla seconda serie di salti.

Twitter: @Santo_Gianluca

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Foto: Tadeusz Mieczyński [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons

Lascia un commento

Top