Rugby, Test Match novembre 2016: rivincita degli All Blacks contro l’Irlanda! Delusioni Samoa e Figi

rugby-inghilterra-twitter-england-rugby.jpg

In questo sabato rugbistico, c’è stata la storica vittoria dell’Italia sul Sudafrica, ma non solo. Si sono disputati in giro per il mondo infatti anche altri interessanti incontri. Andiamo a vedere cosa è successo.

La giornata di oggi si è aperta con la partita di Tbilisi tra Georgia e Samoa, terminata 20-16 in favore dei padroni di casa. Match alquanto tirato, con i georgiani passati avanti già al 9′ con una penalty try, a cui ha fatto seguito la risposta samoana di George Pisi (meta) e Fa’apale (trasformazione). Il successo dei georgiani di Milton Haigh matura tuttavia nel primo tempo, quando Beka Bitsadze al 29′ sigla la meta che, poi, risulterà decisiva.

Male la Nazionale delle Figi, ancora sconfitta, stavolta dall’Inghilterra, giustiziera del Sudafrica la settimana scorsa: 58-15, il risultato finale. Gli oceanici non sono mai stati in partita, complici soprattutto le sole tre mete marcate (rispetto alle nove avversarie) e un gioco, quello degli inglesi, molto propositivo e concreto.

È andata meglio al Galles, vittorioso a Cardiff contro il Giappone per 33-30. I nipponici avranno tanto da recriminare a se stessi, dopo una partita giocata a viso aperto e senza timore. Nonostante ciò, a decidere l’incontro all’80’ (fino ad allora si era in parità) è stato un calcio tra i pali (drop) del gallese Sam Davies, che ha sancito lo score definitivo.

Vittoriosa anche la Scozia che, in quel di Edimburgo, ha sconfitto l’Argentina 19-16. Nella giornata del 50esimo cap in Nazionale dell’argentino Nicolas Sanchez, i Pumas creano molto, giocando bene ma, alla fine, sono i padroni di casa a spuntarla: meta britannica firmata Sean Maitland, quella sudamericana.

“Vendetta” è stata, invece, per la Nuova Zelanda contro l’Irlanda. Dopo la clamorosa débacle di Chicago contro gli stessi verdi, oggi gli All Blacks si sono fatti valere soprattutto sotto il profilo offensivo con Malakai Fekitoa e Beauden Barrett autori di due marcature da cinque punti, una ciscuno. Nessuna meta invece degli irlandesi, completamente diversi rispetto a una settimana fa, quando riuscirono nell’impresa di battere i neozelandesi.

giuseppe.bernardi@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Twitter England Rugby

Tag

Lascia un commento

Top