Pattinaggio di figura, NHK Trophy 2016: Mission Impossible per Cappellini / Lanotte, vittoria obbligatoria per andare a Marsiglia

Cappellini-Lanotte-Pattinaggio-Pier-Colombo.jpg

Circa un anno fa, di questi tempi Anna Cappellini e Luca Lanotte festeggiavano la loro prima vittoria in una tappa del Grand Prix di pattinaggio di figura, in occasione della Cup of China, risulato che li avrebbe poi portati sul terzo gradino del podio in occasione delle Finali di Barcellona. Questa volta, invece, sono chiamati a realizzare una vera e propria impresa per partecipare all’atto conclusivo del circuito mondiale, che avrà luogo a Marsiglia.

Solamente quarti in occasione della loro prima uscita stagionale nel Grand Prix, a Skate Canada, Anna e Luca saranno infatti obbligati a vincere questo fine settimana all’NHK Trophy 2016 di Sapporo, in Giappone, per ottenere il ticket per le Finali. Con nove punti all’attivo, i danzatori azzurri hanno infatti bisogno delle quindici unità riservate ai vincitori di tappa per staccare uno degli ultimi due biglietti a disposizione: al momento, infatti, sono sicure del pass quattro coppie, di cui tre statunitensi (Maia Shibutani / Alex Shibutani, Madison Chock / Evan Bates, Madison Hubbell / Zachary Donohue) ed una russa (Ekaterina Bobrova / Dmitri Soloviev).

Come se non bastasse, la coppia italiana condividerà il ghiaccio di Sapporo con due delle coppie più forti e titolate in circolazione. stiamo parlando dei canadesi Tessa Virtue / Scott Moir, campioni olimpici a Vancouver 2010 e tornati in attività dopo due stagioni di pausa, e soprattutto dei francesi Gabriella Papadakis / Guillaume Cizeron, dominatori degli ultimi due anni con due titoli mondiali ed altrettanti trionfi europei all’attivo. Dopo aver vinto le rispettive tappe casalinghe, entrambe le coppie avranno intenzione di ben impressionare in vista delle Finali.

Se, per questa stagione, la qualificazione sembra fuori portata per Anna e Luca, i due danzatori avranno comunque un obiettivo importante: quello di cancellare la prova sotto tono di Mississauga per ritrovare le sensazioni giuste in vista della seconda parte di stagione, quando saranno in programma i Campionati Europei e quelli Mondiali.

giulio.chinappi@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: PIER COLOMBO

One thought on “Pattinaggio di figura, NHK Trophy 2016: Mission Impossible per Cappellini / Lanotte, vittoria obbligatoria per andare a Marsiglia”

  1. alebi scrive:

    Eh, purtroppo anche la vittoria non basterebbe per andare in finale perchè per canadesi e francesi basta fare il podio, in qualsiasi ordine (15-13 e 15+11 fa più di 15+9). E anche se una delle due coppie facesse quarto posto (e quindi 15 + 9) non rischierebbe perchè a parità di piazzamenti si guarda lo score total più alto e anche lì Cappellini/La Notte partono con 10 o più punti di svantaggio. Ma poi non credo proprio che Sinitsina/Katsalapov possano incutere paura a quelle due coppie (così come non credo lo possano fare Anna e Luca) e augurarsi un ritiro, un infortunio o un’impronosticabile caduta/debacle non sarebbe nemmeno giusto per lo spettacolo e i valori messi in campo.
    Purtroppo quest’anno è andata così… hanno beccato le tappe con il livello medio più alto… E’ un delitto che anche Weaver/Poje ne facciano le spese (e personalmente sapere che in finale andranno Hubbell/Donohue mi fa venire una tristezza…).
    Comunque questa tappa per la danza segna un momento IMPORTANTISSIMO!!! Non so se mi spiego… Ma Virtue/Moir contro Papadakis/Cizeron vale un assaggio di scontro per l’oro olimpico!!! Sono curiosissima di sapere per chi si schiereranno i giudici =)

Lascia un commento

Top