Pattinaggio artistico: UFFICIALE, Carolina Kostner tornerà in gara a Zagabria

carolina-kostner-8.jpg

La più grande pattinatrice italiana di sempre sta per tornare: Carolina Kostner, infatti, ha fatto sapere che rientrerà in gara al Golden Spin di Zagabria, competizione in programma nella capitale croata dal 7 al 10 dicembre che la sudtirolese si era già aggiudicata in occasione della sua unica partecipazione, nel 2012. Smentine, dunque, le voci che volevano la campionessa presente alla Merano Cup, che del resto avrà luogo nei prossimi giorni.

La prova di Zagabria rappresenterà per Kostner un primo banco di prova, per poi prendere parte ai Campionati Italiani di Egna, in provincia di Bolzano, dal 14 al 16 dello stesso mese: una gara decisiva, visto che sarà proprio la rassegna nazionale a decidere i nomi dei convocati in vista dei Campionati Europei di Ostrava, in Repubblica Ceca, che avranno luogo a gennaio.

Nel frattempo, la pattinatrice è partta alla volta del Canada per perfezionare gli aspetti coreografici con Lori Nichol, prima di tornare in Russia dove continuerà ad allenarsi con il settantacinquenne Aleksej Mišin, tecnico dalla grande caratura internazionale al quale devono i loro successi tanti campioni russi, non ultimo dei quali lo “zar” Evgenij Pljuščenko.

giulio.chinappi@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Tag

One thought on “Pattinaggio artistico: UFFICIALE, Carolina Kostner tornerà in gara a Zagabria”

  1. alebi scrive:

    Programma corto che sembra essere veramente particolare, difficile da pattinare per chiunque diverso da lei. Da un punto di vista prettamente tecnico era ancora molto lontano (ma non ricordo a che periodo della stagione risale). Avere Mishin al proprio fianco non può che aiutare da questo punto di vista, anche se con tutta l’ammirazione che si prova davanti a questo allenatore, mi sembra che il suo pattinaggio faccia fatica a diventare moderno. Però c’è anche da dire che pure Kostner è nata con quel tipo di pattinaggio e che in ambito femminile (a differenza del maschile) probabilmente c’è ancora spazio per pattinatrici come lei, visto che non si vede ancora una decisa tendenza a sposare in pieno il nuovo sistema di giudizio (a differenza di un’atleta… che guarda caso è anche la dominatrice… o meglio sarebbe dire di uno staff tecnico, visto l’altra che hanno tra le mani).
    Si spera quindi che il ritorno di Carolina abbia esiti ben diversi da quello che, purtroppo, ci sta mostrando Asada.

Lascia un commento

Top