Nuoto, Mondiali Windsor 2016: Gregorio Paltrinieri, Gabriele Detti e Federica Pellegrini, il solito tris d’assi per le medaglie

RIO2016_Aug-13_GSca_RJ46937.jpg

La vasca corta di Windsor (Canada) è pronta ad ospitare l’ultimo grande evento dell’anno del nuoto internazionale. Dopo i Giochi Olimpici di Rio 2016, la rassegna canadese rappresenta un’occasione di rivalsa per i delusi del Brasile.

Iscritta al club della “Rivincita” vi è senz’altro Federica Pellegrini. La campionessa di Spinea, dopo aver deciso di continuare la propria attività agonistica in acqua, si presenterà ai nastri di partenza dall’evento iridato con la massima determinazione. Il quarto posto dell’Olympic Aquatics Stadium brucia ancora nell’animo della veneta e le gare mondiali di questo fine 2016, sono l’occasione ideale per mostrare ancora una volta che atleta è la “Divina”. L’assaggio nel meeting di Massarosa (LU) è stato a dir poco trionfale: 3 successi nei 100, 200 stile libero e 200 dorso con prestazioni abbondantemente nella top10 del ranking. Le assenze delle extraterrestri Katie Ledecky e Sarah Sjoestroem potrebbero prefigurare scenari importanti per Federica, in caccia ancora del primo oro ai Mondiali di corta. Sarà, comunque, molto dura, pensando solo alla presenza della lady di ferro Katinka Hosszu, motivata a fare incetta di titoli anche a Windsor.

Le attenzioni azzurre, poi, non possono che essere rivolte alla coppia d’oro Paltrinieri-Detti, trionfatrice ai Giochi (1 oro e 2 bronzi in due) e decisa a riconfermarsi anche tra un paio di settimane in Canada. La forma, a detta dell’allenatore Stefano Morini, però, non sarà ottimale per una ripresa degli allenamenti molto più improntata in ottica “Budapest” (Mondiali di vasca lungo a fine luglio 2017). Una decisione dettata dai tanti impegni, anche extra nuoto, dei due atleti che difficilmente saranno al 100% in terra nordamericana. Tuttavia la maturità dimostrata da entrambi, in un contesto ben più qualificato, fa ben sperare. Greg è campione in carica ed è ormai da un biennio il migliore nei 1500 stile libero mentre il livornese, dall’anno scorso, ha iniziato un’ascesa in termini cronometrici incredibile, suggellata dai due bronzi (400 e 1500m sl) a Cinque Cerchi. In più, nella piscina di Windsor, avversari qualificati come Mack Horton, Sun Yang ed il ritirato Connor Jaeger non ci saranno, pertanto sarà il nostro magico duo ad avere i favori del pronostico. Indubbiamente, però, James Guy, la nuova stella Mykhailo Romanchuk (terzo tempo di sempre nei 1500 stile libero) saranno rivali di alto profilo in grado insidiare i nostri ragazzi. Non resta dunque che attendere ancora qualche giorno e sapere cosa la piscina di Windsor ci dirà.

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto da Deepbluemedia

Lascia un commento

Top