Nuoto, Gran Premio Italia 2016: Federica Pellegrini “divina” nel dorso, Giacomo Carini spettacolare nei 200 farfalla e la sorpresa Lorenzo Zazzeri nei 100 sl

Federica-Pellegrini-nuoto-foto-da-massimo-pinca-swimming-cup.jpg

Nel pomeriggio di gare della prima giornata del 40° Trofeo “Mussi-Lombardi-Fermiano”, tanti risultati interessanti nella vasca corta di Massarosa (LU) per gli azzurri, in vista del Mondiale di Windsor (Canada), in programma dal 6 all’11 dicembre.

Si comincia, con lei, la Divina, Federica Pellegrini che, a tre anni di distanza, torna ad esibirsi concretamente nei 200 dorso, stampando un 2’04″14 di grandissima qualità, sesta prestazione al mondo, a 4 decimi dal record italiano detenuto dalla stessa Pellegrini in 2’03″75. Una prestazione che testimonia la bontà del lavoro fatto dalla veneta, uscita dall’acqua estremamente soddisfatta. Alle spalle della campionessa di Spinea, troviamo Margherita Panziera (2’08″25) e Giulia Ramatelli (2’09″63).

Molto bene sia Giacomo Carini che Silvia Di Pietro nei 200 farfalla uomini e 50 stile libero donne. Carini, classe ’97 e primatista italiano in vasca lunga, ha confermato le sue grandi attitudini in questa gara, dominando la scena e siglando un gran crono di 1’53″95 a precedere Matteo Bertoldi 1’58″35 e Davide Casarini 1’58″36. Un tempo vicino al primato tricolore di Niccolò Beni (1’53″72 con gomma) che vale per il 19enne della Guardia di Finanza il biglietto per la rassegna iridata canadese. Per quanto concerne la Di Pietro, il 24″27 è un ottimo riscontro per la romana, apparsa molto più serena e conscia dei propri mezzi. Silvia si è imposta davanti alla compagna di allenamenti Erika Ferraioli (24″30) e Lucrezia Raco (25″18).

Di difficile lettura, invece, il crono di Simone Sabbioni, solo quinto in 52″48, e distante anni luce dalle sue migliori prestazioni nei 100 dorso. La vittoria odierna è andata al padrone di casa Niccolò Bonacchi (51″53) che ha messo le mani davanti ad un più che discreto Damiano Lestingi (51″87) ed a Fabio Laugeni (51″88).

Negli 800 stile libero femminili, duello palpitante tra Simona Quadarella e Luisa Trombetti con la vittoria della Quadarella allo sprint in 8’19″69 precedendo, appunto, la Trombetti (record personale in 8’20″08) e Giulia Gabrielleschi (8’27″30).

Lo show dei 100 misti esalta Simone Geni, toccando la piastra in 52″93 davanti agli specialisti Fabio Scozzoli (52″98) e Marco Orsi (53″47). Nella doppia distanza, sul versante femminile, è Sara Franceschi a centrare il bersaglio grosso in 2’10″33 impostasi nel confronto diretto davanti ad Ilaria Cusianto (2’10″59) ed una Trombetti in grande rimonta (2’11″47).

Day 1 che si conclude con i 100 stile libero maschili, la gara regina, con l’assenza di Orsi ed il successo a sorpresa di Lorenzo Zazzeri in 47″66 battendo un buon Alessandro Miressi (48″15) e Filippo Magnini (48″24). Solo quarto Luca Dotto in 48″45, distante dalla miglior condizione essendo già qualificato per i campionati del mondo di corta.

RISULTATI COMPLETI

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto da Massimo Pinca

Lascia un commento

Top