Nuoto, Federica Pellegrini: “Scalpito per gareggiare. A Tokyo 2020 punterò sulla velocità”

Federica-Pellegrini-foto-deepblumedia-comprata-e-pagata-libera-per-uso.jpg

Messa da parte la beffa del quarto posto alle Olimpiadi di Rio 2016, Federica Pellegrini è pronta a tornare in gara nel prossimo fine settimana al 40° Trofeo Internazionale a Massarosa (LU). Si tratterà del primo test in vista dei Mondiali in vasca corta a Windsor (Canada, 6-11 dicembre).

La Divina, in un’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport, non ritiene fallimentare l’annata 2016: “Metterei la firma per ripetere la scorsa stagione dall’inizio fino al giorno della finale olimpica. Poi lì c’è stato qualcosa che non è andato. E’ mancata solo la medaglia, ma ho nuotato i miei migliori tempi nei 100 (53″1) e 200 sl (1’54″5). Ora l’obiettivo sarà nuotare quest’ultimo tempo nella finale dei Mondiali“.

La 28enne, dunque, è pronta a rimettersi in gioco: “Quando si cade da cavallo, devi subito rimontarci per scacciare le paure. A Massarosa voglio ritrovare l’adrenalina agonistica e ho tirato forte sin dalla prima altura a Livigno, un collegiale proprio tosto e bello. Le sensazioni sono state buone: sto scalpitando per gareggiare“.

I Mondiali in vasca corta rappresentato un obiettivo dichiarato per la campionessa olimpica di Pechino 2008: “Vorrei fare solo le staffette, ma alla fine quando scendo in acqua non mi tiro mai indietro. Sì, penso che farò anche i 200 sl“.

Verso le Olimpiadi di Tokyo 2020, tuttavia, il nuovo orizzonte si chiama velocità: “Non c’è dubbio che a due anni dal 2020 ci sarà una virata sostanziale: la mia direzione sarà sulla velocità. Finisco da dove ho cominciato“.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Tag

Lascia un commento

Top