Nuoto, 43° Trofeo Nico Sapio: Gabriele Detti vince la sfida dei 400 sl con Gregorio Paltrinieri, Niccolò Martinenghi da urlo nei 100 rana

14961451_1784385785154078_1443465460_n.jpg

Tanta attesa nella vasca corta del Complesso Polisportivo Sciorba (Genova) per l’esordio, dopo Rio 2016, dei nostri Gregorio Paltrineri e Gabriele Detti nei 400 stile libero nel 43° Trofeo Nico Sapio.

Ebbene i due “Gemelli Diversi”, come era prevedibile, hanno conquistato i primi due gradini del podio nei 400 stile libero con Detti primo in un ‘normale’ 3’42″82, in una distanza a lui più congeniale, precedendo Greg (3’44″32) ed un positivo Matteo Ciampi (3’44″76) in lizza per il secondo posto fino al termine.

Prestazione degna di nota nel pomeriggio ligure è quella del classe ’99 Niccolò Martinenghi che nei 100 rana batte in una gara appassionante un redivivo Fabio Scozzoli toccando la piastra in 58″33 (primato personale abbassato di quasi 2″ e sesta prestazione mai nuotata in Italia) davanti all’emiliano (58″55). Sfida che poi si è replicata nei 50 metri nei quali Fabio si è preso la rivincita vincendo in 26″40 davanti a Martinenghi (27″03 ed altro primato personale).

Una giornata all’insegna dei giovani quella nella piscina ligure, guardando anche al crono di Lorenzo Mora nei 100 dorso, vittorioso in 51″47 (sesto crono italiano di sempre) mettendosi alle spalle l’americano Jacob Pebley (51″71) e un Simone Sabbioni ancora appesantito dalla preparazione (52″46). Si impone anche Alessandro Miressi nella gara regina (100 stile libero) con un tempo però non entusiasmante ovvero 49″11, facendo meglio di 5 centesimi di Pebley e di 3 decimi (49″41) del tedesco Marius Kusch. Nella medesima specialità al femminile si fa notare la francese Charlotte Bonnet che in 53″15 annichilisce la concorrenza con Erika Ferraioli seconda in 54″36.

Ferraioli a segno nei 50 stile libero in 24″23 non così distante dal record italiano di Silvia Di Pietro (24″03) ed tra gli uomini grande vittoria di Federico Bocchia (21″39) che si toglie la soddisfazione di battere il campione olimpico Anthony Ervin (21″54).

Doppietta 50-100 rana per Martina Carraro in 30″94 e 1’06″70 a conferma della leadership della ligure in questo stile. Nella farfalla donne sono Ilaria Bianchi (nei 100 metri) ed Elena Di Liddo a farsi vedere. L’emiliana timbra il cartellino in 58″73 precedendo le giovani Claudia Tarzia (58″81) ed Aurora Petronio (59″08). Di Liddo che in 26″95 si riscatta dal non brillante prestazione della distanza più lunga.

Nei 200 misti, infine, l’atteso duello tra Ilaria Cusinato e Sara Franceschi vede il successo della prima in 2’11″09 facendo la differenza nelle prime due frazioni a farfalla ed a dorso rispetto all’avversaria, seconda in 2’11″96.

RISULTATI COMPLETI

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Foto di Enrico Spada

Lascia un commento

Top