Motomondiale, Francesco Bagnaia: “Punto al titolo di ‘Rookie’ della Moto2 nel 2017”

Francesco-Bagnaia_Sky-Racing-Team-2.jpg

ESCLUSIVA OA SPORT- Quarto nel Mondiale 2016 di Moto3 e protagonista di due grandiose vittorie nell’Università del Motociclismo (Assen) e sotto il diluvio di Sepang (Malesia) in sella alla Mahindra del Team Aspar, Francesco “Pecco” Bagnaia sale di categoria e sfiderà i centauri della Moto2 nel 2017 per far valere le sue qualità di pilota tutto cuore e coraggio. Già dai primi test, sul circuito Ricardo Tormo di Valencia, “Pecco” si è reso protagonista di grandi riscontri, ottenendo ll terzo miglior tempo della due giorni sulla pista iberica. Un segnale importante per lui e per lo Sky Racing Team VR46, impegnato per la prima volta nella classe “intermedia”. A motori spenti, abbiamo avuto il piacere di intervistare il 19enne di Torino rivolgendogli domande sul futuro e le proprie aspirazioni.

Esordisci nella categoria Moto2 grazie allo Sky Racing Team VR46. Già da questi primi test hai mostrato grande velocità e capacità di adattamento alla nuova moto. Come ti senti pensando al prossimo Mondiale?

“L’obiettivo è lavorare sodo durante i test invernali e arrivare quanto più competitivo possibile all’esordio in Qatar. La Moto2 non è una categoria facile da interpretare, ma già da questi primi test siamo riusciti ad essere veloci”.

 

Che obiettivo di sei prefissato per il 2017?

“Il titolo di Rookie dell’anno potrebbe essere un buon obiettivo. Molti ragazzi veloci e forti faranno il salto di categoria insieme a me e la concorrenza quindi sarà agguerrita”.

 

In sella alla Mahindra sei stato il pilota che maggiormente ha impressionato, specie in condizioni di asfalto difficili. Pensi che il tuo fisico e stile di guida sia maggiormente adatto ad una moto più pesante?

“La Mahindra è una moto molto difficile da interpretare e questo comporta il trovarsi indietro in alcune occasioni. Allo stesso tempo però ben si adatta al mio stile di guida e con cui mi sono tolto grandi soddisfazioni. Il Team sta facendo un gran lavoro e sono convinto che il prossimo anno saranno competitivi. Il salto in questa classe è arrivato nel momento giusto: la Kalex è sicuramente più pesante, ma ero diventato troppo grande per poter stare a mio agio su una Moto3”.

 

Quando sei in pista, in sella alla tua moto, qual è la cosa che ti dà più gusto?

“La cosa più bella è quando riesci ad essere veloce con relativa semplicità. Non è sempre così facile, ma quando capita è uno spettacolo”.

 

Sei parte della squadra gestita da Valentino Rossi. Come ci si sente ad essere nel suo mondo? Hai più il peso della responsabilità o maggiori motivazioni per far bene?

“Essere nel Team di Vale (ndr. Valentino Rossi) è sicuramente una grande opportunità. Tutti lavorano duramente e questo mi è molto d’aiuto per non soffrire la pressione. I ragazzi mi danno una mano a mantenere la serenità che è fondamentale per centrare importanti risultati”.

 

Pensando all’anno prossimo, nel Mondiale Moto2 2017, chi pensi sia il favorito?

“Morbidelli e Baldassarri andranno forte. Insieme a loro, Luthi e Nakagami sono i favoriti per il titolo”.

 

Chi è “Pecco” Bagnaia?

“Un ragazzo a cui piace dare il massimo! Sempre, in ogni occasione!”. 

 

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto da Sky Racing Team

Lascia un commento

Top