Judo, Europei U23 2016: Esposito e Stangherlin sul podio nella seconda giornata

Judo-Antonio-Esposito.jpg

Dopo la medaglia di bronzo conquistata venerdì da Andrea Gismondo, i Campionati Europei di judo Under 23 2016 hanno regalato all’Italia altri due podi, permettendo alla spedizione azzurra di terminare la rassegna continentale di Tel Aviv con il bottino di tre metalli.

Medagliato d’oro e d’argento nelle ultime due edizioni, quando combatteva nella categoria 73 kg, Antonio Esposito ha raggiunto ancora una volta la finale di questa competizione, ma tra gli 81 kg, divisione di peso nella quale ha subito dimostrato di sentirsi a proprio agio. Il napoletano ha iniziato il proprio percorso sconfiggendo per yuko il moldavo Dorin Gotonoaga, ma al secondo turno ha subito dovuto affrontare uno dei favoriti del torneo, il bulgaro Ivaylo Ivanov, eliminato grazie ad una penalità. Successivamente, Esposito ha realizzato due ippon per superare il serbo Stefan Majdov e l’olandese Nick Kellij, qualificandosi dunque per la finale. Qui ha affrontato il georgiano Koba Mchedlishvili, ventenne che in carriera vanta un titolo mondiale cadetti e che si è imposto con un waza-ari e con un definitivo ippon.

L’altra medaglia italiana è stata firmata da Giorgia Stangherlin, judoka classe 1996 della categoria 78 kg, già sul podio continentale nella categoria junior. L’azzurrina ha impiegato meno di un minuto e mezzo per sconfiggere, con uno yuko ed un ippon, la lituana Miglė Dudėnaitė, ma al secondo incontro è stata fermata da uno yuko dell’ungherese Evelin Salánki. Inserita nel tabellone dei ripescaggi, Stangherlin ha superato grazie alle penalità la polacca Beata Pacut, per poi andarsi a prendere il terzo posto ai danni dell’altra polacca Paula Kulaga, anche questa volta per mezzo degli shido. Ad imporsi in finale è stata l’ucraina Anastasiya Turchyn, che ha avuto la meglio per una penalità sulla russa Antonina Shmeleva.

Da segnalare, infine, il piazzamento di Alice Bellandi, settima nella categoria 70 kg, dove la vittoria è andata alla favoritissia ungherese Szabina Gercsák, che oltretutto ha eliminato nel suo percorso anche l’altra azzurra Carola Paissoni: la magiara, già vincitrice del titolo lo scorso anno, si è imposta con due yuko ed un waza-ari sulla britannica Katie-Jemima Yeats-Brown.

RISULTATI

UOMINI

-81 kg
1. MCHEDLISHVILI, Koba (GEO)
2. ESPOSITO, Antonio (ITA)
3. AZIZOV, Abas (RUS)
3. SMINK, Jesper (NED)
5. BUSCH, Victor (SWE)
5. KELLIJ, Nick (NED)
7. ISMAYILOV, Rufat (AZE)
7. MAJDOV, Stefan (SRB)

-90 kg
1. GVINIASHVILI, Beka (GEO)
2. VARAPAYEU, Yahor (BLR)
3. DADASHOV, Firudin (AZE)
3. MAJDOV, Nemanja (SRB)
5. MEIER, Tobias (SUI)
5. ZILKA, Peter (SVK)
7. JIMENEZ PATINO, Pedro (ESP)
7. ZGANK, Mihael (SLO)

-100 kg
1. BILALOV, Niiaz (RUS)
2. SVIRYD, Mikita (BLR)
3. GALANDI, Philipp (GER)
3. ILYASOV, Niyaz (RUS)
5. CATHARINA, Simeon (NED)
5. OHAT, Zalan (HUN)
7. MATTSSON, Emil (SWE)
7. REITAN, Henrik (NOR)

+100 kg
1. KHAMMO, Iakiv (UKR)
2. BASHAEV, Tamerlan (RUS)
3. SPIJKERS, Jur (NED)
3. TSIARPITSKI, Uladzislau (BLR)
5. HEGYI, Stephan (AUT)
5. RUDNYK, Anton (UKR)
7. CULUM, Zarko (SRB)
7. OBEDIN, Viazeslav (ISR)

DONNE

-70 kg
1. GERCSAK, Szabina (HUN)
2. YEATSBROWN, Katiejemima (GBR)
3. SAMARDZIC, Aleksandra (BIH)
3. TELTSIDOU, Elisavet (GRE)
5. DRYSDALE DALEY, Ebony (GBR)
5. SOOK, Emilie (DEN)
7. BELLANDI, Alice (ITA)
7. PODELENCZKI, Lorena (ROU)

-78 kg
1. TURCHYN, Anastasiya (UKR)
2. SHMELEVA, Antonina (RUS)
3. GROENWOLD, Larissa (NED)
3. STANGHERLIN, Giorgia (ITA)
5. KULAGA, Paula (POL)
5. SALANKI, Evelin (HUN)
7. PACUT, Beata (POL)
7. PRODAN, Karla (CRO)

+78 kg
1. SUTALO, Ivana (CRO)
2. AKBULUT, Sebile (TUR)
3. KALANINA, Yelyzaveta (UKR)
3. MYERS, Jodie (GBR)
5. SZIGETVARI, Mercedesz (HUN)
5. ZALECZNA, Anna (POL)
7. KARA, Kubra (TUR)
7. KARPATI, Emese (HUN)

giulio.chinappi@oasport.it

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: EJU

Lascia un commento

Top