Golf, Turkish Airlines Open: Matteo Manassero splendido terzo dopo il primo giro! Coetzee leader virtuale, malissimo i big

Turkish-Airlines-Open-Profilo-Twitter-European-Tour-2-e1478182389281.jpg

Il sudafricano George Coetzee conduce le danze al termine del primo giro del prestigioso Turkish Airlines Open, terzultimo torneo prima dell’appuntamento clou di Dubai. Il golfista classe ’86 ha completato il percorso in 64 colpi (-7), complici soprattutto gli otto birdies realizzati a fronte di un solo bogey alla 17. Alle sue spalle si piazza il danese Thorbjorn Olesen (-6) autore anche lui di un’ottima performance sul difficile green del Regnum Carya Golf & Spa Restort, contraddistinta da un andamento brillante senza incappare in alcun sanguinoso bogey. A seguire troviamo un quartetto appaiato a -5 composto dallo spagnolo Jorge Campillo, dal cinese Haotong Li, dall’austriaco Bernd Wiesberger e infine dal nostro Matteo Manassero, con l’iberico protagonista di una splendida hole in one alla 14 (par 3) che ha fatto letteralmente sobbalzare il pubblico presente in Antalya. Semplicemente splendida la tornata inaugurale dell’azzurro, il quale ha saputo gestire un inizio in sordina per poi piazzare la bellezza di quattro birdies nelle ultime nove buche. Per lui sarà fondamentale dare continuità alla prestazione odierna anche nei prossimi giorni, considerando che le potenzialità ci sono tutte e non è da escludere un grande exploit tale da riempire l’autostima anche in vista della prossima stagione.

Buono anche il rendimento di Nino Bertasio, che conclude in 69 colpi (-2) e occupa la 21esima piazza virtuale con lo stesso score dell’inglese Danny Willett. A destabilizzare un pochino il nativo di Zurigo è stato un rendimento discontinuo soprattutto nella seconda parte di gara influenzata da tre bogeys, ma l’italiano si è parzialmente riscattato grazie ad un pregevole eagle messo a segno alla 15. Molto peggio è andata invece a Renato Paratore, proveniente da una buona striscia di risultati negli ultimi eventi dell’European Tour, vittima però nella giornata odierna di una prova negativa che non lo ha visto scendere sotto il par; un pesantissimo doppio bogey alla 17 costringe infatti il 19enne romano ad una complicata rimonta dalla posizione numero 47. Malissimo tutti i principali favoriti della vigilia a partire dal campione del Portugal Masters Padraig Harrington, incappato in una sessione nerissima chiuda a +1 sopra il par e caratterizzata da un incredibile triplo bogey alla 6 degna fotografia di un primo giro da dimenticare al più presto. Lo stesso vale anche per l’inglese Andy Sullivan, il quale non è andato oltre il par con un doppio bogey alla 5, e per il connazionale Tyrrell Hatton (+1), già lontanissimo dai piani alti della graduatoria e chiamato quantomeno ad una reazione d’orgoglio nel prosieguo del torneo.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Profilo Twitter European Tour

 

Lascia un commento

Top