Golf, Turkish Airlines Open 2016. Il danese Olesen domina e porta a casa il trofeo. Tracollo Manassero, è 17mo. Risale la china Paratore

MANASSERO-Golf-Valerio-Origo.jpg

Thorbjorn Olesen porta a casa il Turkish Airlines Open 2016, torneo inserito nel circuito dell’European Tour, svoltosi sul Regnum Carya Golf & Spa Resort. Il danese gestisce alla grande l’ampio margine acquisito nei giorni scorsi e con un agevole -2 nell’ultimo giro tiene a distanza i rivali, chiudendo con 20 colpi sotto il par e preservando tre lunghezze di vantaggio sull’inglese David Horsey e sul cinese Haotong Li, secondi a pari merito con -17. Quarto l’austriaco Bernd Wiesberger (-15), davanti al sudafricano George Coetzee, leader parziale al termine del primo giro, che ha chiuso con 14 colpi sotto il par pagando a caro prezzo un secondo round decisamente negativo.

Ottimi sesti lo svedese Joakim Lagergren e lo statunitense David Lipsky, mentre tutti i big sono naufragati restando decisamente lontani dalle posizioni di vertice. Il migliore tra i favoriti della vigilia è stato l’inglese Andy Sullivan, 25° con 6 colpi sotto il par. Padraig Harrington (-5) ha chiuso al 31° posto, mentre Lee Westwood (-2) ha concluso addirittura in 52ma posizione. Peggio di loro ha fatto il britannico Danny Willett, addirittura 68° e incapace di scendere sotto il par dopo quattro giri davvero non all’altezza delle sue qualità.

Pessime notizie arrivano, infine, per i colori azzurri. L’ultimo giro è contrassegnato dal naufragio di Matteo Manassero (-8), sprofondato in 17ma posizione a causa del +3 odierno, maturato interamente nella seconda metà del round, in cui spicca soprattutto il double bogey alla 13. Leggermente più indietro si è piazzato Renato Paratore (-6), 25° al termine di una rimonta iniziata già durante il terzo giro e conclusa oggi con un discreto -2. Nino Bertasio, infine, non è riuscito ad andare oltre il 43° posto con un -4 che evidenzia i suoi discreti progressi in questo finale di stagione.

mauro.deriso@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto di Valerio Origo

Lascia un commento

Top