Golf, European Tour. DP World Tour Championship 2016: il francese Dubuisson in testa ad un giro dal termine, Francesco Molinari scende quinto. Paratore a metà classifica

Molinari-Francesco-Golf-Valerio-Origo.jpg

Va in archivio il terzo giro del DP World Tour Championship (E 7.450.000 con prima moneta di 1.244.010 euro), torneo conclusivo dell’European Tour in corso a Dubai, che incorona il terzo leader diverso grazie alla straordinaria performance del francese Victor Dubuisson, protagonista di un incredibile -8 che lo issa in testa con il parziale complessivo di -13. Il 26enne di Cannes ha recuperato dalla decima piazza infilando un eagle, addirittura sette birdies e un solo bogey alla 6. Il transalpino ha distanziato di un colpo un terzetto formato dagli inglesi Tyrrell Hatton-Matthew Fitzpatrick e dal belga Nicolas Colsaerts, autori di un rendimento molto continuo e idonei a giocarsi fino all’ultima buca il successo finale in questo prestigiosissimo appuntamento. Cala un pochino Francesco Molinari (-2), sceso dal primo al quinto posto complice una tornata cominciata sotto i peggiori auspici come testimoniato dai due bogeys alla 1 e alla 4, parzialmente riscattati da una seconda fase di gara ben più solida che gli consentirà comunque di essere in corsa per accaparrarsi il montepremi nella giornata di domani. Con il medesimo score dell’azzurro troviamo lo spagnolo Rafael Cabrera Bello e l’inglese Lee Westwood, mentre ha ceduto di schianto l’iberico Sergio Garcia, leader dopo il 2° giro insieme al torinese e ora 13° a -7 dopo il +2 totalizzato oggi. Rimane invece a metà graduatoria Renato Paratore, 32° con un bilancio di -3.

Per quanto riguarda la volata finale per il primo posto della Race to Dubai, che decreta il miglior giocatore europeo, sembra ormai appannaggio dello svedese Henrik Stenson, attuale leader, anche se protagonista di una performance non esaltante qui a Dubai che lo vede relegato al 22° posto. Decisamente fuori dai giochi sia il nordirlandese Rory McIlroy, anch’egli 22°, che aveva solo l’opzione del successo per risalire la graduatoria ma condizionato da un disastroso primo giro, sia l’inglese Danny Willett, che si è auto-eliminato con un +4 precipitando al 51° posto con 217 colpi (+1).

simone.brugnoli@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

 

Lascia un commento

Top