F1: c’è la firma! Il GP d’Italia confermato fino al 2019. Il mito di Monza è salvo

Raikkonen-Monza-Foto-Cattagni-8.jpg

Dopo annunci e smentite, ecco finalmente la parola fine alla telenovela “Monza-F1“. Ora possiamo dirlo con certezza: il GP d’Italia farà parte del calendario iridato di F1 fino al 2019. E’ stata infatti posta la firma sul contratto che legherà l’Autodromo di Monza al Circus delle quattro ruote per altre tre stagioni, salvaguardando il mito del circuito brianzolo, meta storica della massima categoria dell’automobilismo mondiale.

La notizia è stata resa nota dal presidente dell’Aci, Angelo Sticchi Damiani. “Pur tra mille difficoltà e con un grande impegno siamo arrivati alla firma definitiva del contratto per Monza. Insomma, tutto è bene quel che finisce bene e almeno fino al 2019 gli appassionati italiani potranno continuare a seguire il Circus sul tracciato brianzolo”.

A nome di tutti gli sportivi italiani, devo ringraziare il Premier, Matteo Renzi, e il Presidente del Coni, Giovanni Malagò, che, poco più di un anno fa, hanno creduto in questo obiettivo e creato le condizioni per raggiungere, insieme, questo importantissimo risultato. Un ringraziamento particolare lo dobbiamo anche al Governatore Maroni e a tutta la Giunta lombarda, per aver sostenuto, in maniera determinante, questa difficile trattativa. Abbiamo così scongiurato la maledetta ipotesi che, dopo 70 anni, l’Italia potesse perdere una delle più prestigiose, storiche e affascinanti gare automobilistiche del mondo. Adesso avanti, insieme, con l’obiettivo di far diventare il Gran Premio di Monza, nei prossimi anni, un evento ancora più importante, in grado di affascinare e attrarre sempre più gli appassionati di tutto il mondo”, ha aggiunto il massimo dirigente della Federazione.

Anche il presidente del Coni Malagò, ha manifestato orgoglio e fierezza circa la conferma di Monza: Sono davvero soddisfatto per questo grande risultato. Senza l’attento e caparbio lavoro del Presidente Sticchi Damiani – che ringrazio di cuore – l’Italia avrebbe perso il suo GP di Formula 1. Un risultato straordinario frutto del lavoro di una squadra straordinaria, al cui gioco hanno fornito un contributo fondamentale sia il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, che quello della Regione Lombardia, Roberto Maroni, a dimostrazione del fatto che, quando si lavora insieme e si fa squadra, lo sport italiano vince” (dichiarazioni fonte sportmediaset).

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

FOTOCATTAGNI

Lascia un commento

Top