Calcio, Under21: Italia-Danimarca 0-0. Azzurri arrembanti, ma spreconi

Petagna-libera.jpg

Allo stadio ‘Atleti Azzurri d’Italia’ di Bergamo, la Nazionale di calcio Under21 dell’Italia diverte, offre un buon calcio, ma non va oltre lo 0-0 nell’amichevole con la Danimarca.

Di Biagio si affida ad un aggressivo 4-3-3 con Cragno in porta, linea a quattro difensiva composta da Conti, Ferrari (migliore in campo), Caldara e Masina; Pellegrini, Benassi e Grassi in mediana, mentre in avanti tocca a Ricci e Garritano affiancare Petagna. Sono ben quattro, dunque, i ‘padroni di casa’ dell’Atalanta in campo dall’inizio.

La prima vera occasione del match si materializza al 17′, quando Grassi colpisce di testa da buona posizione, mettendo il pallone sul fondo. Gli azzurrini crescono e cominciano finalmente a sfruttare le corsie laterali. Dopo un buon recupero di Masina, Garritano calcia di destro dal limite al 24′, chiamando il portiere Hojbjerg ad un intervento complicato.

La selezione tricolore schiaccia gli avversari nella propria metà campo. Al 32′ Grassi spreca un filtrante di Conti facendosi neutralizzare un tocco sotto di destro dall’estremo difensore avversario. L’occasione più ghiotta della prima frazione arriva però nel recupero, quando Petagna si libera in dribbling di un difensore, calciando poi addosso a Hojbjerg.

Nella ripresa va in scena un vero e proprio assedio. L’Italia diventa ancora più arrembante: il pallone circola più velocemente e le occasioni fioccano. Ci prova subito Pellegrini con un colpo di testa in apertura di secondo tempo. Subito dopo Petagna calcia fuori col sinistro dal limite dell’area. Al 58′ Garritano serve un cross perfetto, ma Ricci spreca tutto mettendo a lato di testa.

La compagine di Di Biagio è padrona del campo, quando al 70′ la Danimarca rischia di piazzare la beffa. Sull’unica disattenzione della coppia difensiva, Junker si ritrova a tu per tu con Cragno. La conclusione dell’attaccante danese viene respinta da un provvidenziale intervento in scivolata di Ferrari.

All’85’, sugli sviluppi di un corner, lo stesso Ferrari calcia quasi a botta sicura, ma la retroguardia danese si salva sulla linea di porta.

Finisce così a reti bianche una sfida dominata in lungo e in largo dagli azzurrini, padroni del campo, ma incapaci di capitalizzare le tante occasioni create. Amaro il commento a caldo del ct Di Biagio: “Ci è mancato solo il gol, ma non è una novità. Tra questa partita e quella con l’Inghilterra almeno una vittoria l’avremmo meritata. Oggi dispiace non aver portato a casa la partita, però sono stati 8 giorni utili, abbiamo lavorato bene“.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

federico.militello@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top