Calcio, Under 21. A Bergamo gli azzurrini sfidano la Danimarca in amichevole per riscattare la beffa inglese

Benassi-gol-Italia-Inghilterra-Euro-2015-under-21-calcio-foto-twitter-uefa.jpg

Allo stadio Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo domani sera alle 18.30 gli azzurrini torneranno in campo per riscattare la bruciante sconfitta maturata a pochi istanti dalla fine contro l’Inghilterra e confermare l’ottima impressione destata nell’ultimo anno in vista degli Europei 2017 in Polonia. L’avversario di turno sarà la Danimarca, compagine ricca di talento che ha ottenuto in scioltezza il pass per il torneo continentale.

Di Biagio con ogni probabilità apporterà ulteriori varianti rispetto alla buona prova offerta a Southampton contro i britannici, senza tuttavia discostarsi dal classico 4-3-3, vestito ideale di una Nazionale che, con un Berardi in più nel motore, punterà dritta al successo ad Euro 2017. Mancherà di sicuro Di Francesco, uscito malconcio al termine della prima frazione dell’amichevole contro i britannici, e al suo posto il ct dovrebbe affidarsi a Parigini o Garritano. Saranno in campo quasi certamente tutti e quattro i calciatori orobici, idoli del pubblico di casa, pazzo di gioia di recente per le gesta dell’Atalanta di Gasperini, quarta in campionato grazie alle sei vittorie ottenute nelle ultime sette gare. Spazio, dunque, a Caldara, Conti, Grassi e Petagna, mentre potrebbe riposare il capitano Benassi in favore di Cristante.

Sul fronte opposto, il tecnico Frederiksen punterà sul talento di Sisto, centrocampista in grado di unire fisico e tecnica e capace di ritagliarsi uno spazio importante nella Liga spagnola con la maglia del Celta Vigo, e sui gol di Marcus Ingvartsen, attaccante del Nordsjaelland che ha trascinato l’Under21 danese verso la qualificazione con la sequenza record di otto reti in otto partite.

Una vittoria potrebbe rappresentare un’importante iniezione di fiducia per gli azzurrini dopo la beffa inglese, ma Di Biagio si aspetta soprattutto di dare continuità alle buonissime prestazioni offerte finora dai suoi ragazzi, correggendo magari quei piccoli errori di inesperienza che potrebbero costare carissimi l’anno venturo in Polonia.

mauro.deriso@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Twitter Uefa

 

Lascia un commento

Top