Calcio, tredicesima giornata Serie A 2016-2017: la Juve ospita il Pescara, gran finale con Milan-Inter

Manuel-Locatelli-AC-Milan2.jpg

Italian Soccer Serie A - Milan vs Carpi - Milano - San Siro Stadium - 21/04/2016 Manuel Locatelli - Italian Soccer Serie A - Milan vs Carpi - fotografo: Fabrizio Forte


Tre anticipi in programma sabato: Chievo-Cagliari, Udinese-Napoli e Juventus-Pescara. La domenica si aprirà invece con il match delle 12.30 tra Sampdoria e Sassuolo. Alle 15 scenderà in campo la Roma, opposta alla rivelazione del campionato Atalanta. Gran finale con il derby della Madonnina alle 20.45.

Chievo-Cagliari Due tra le squadre con l’età media più alta. Difficile fare un pronostico tra queste due compagini separate da appena un punto in classifica (avanti i sardi). I clivensi non vincono infatti tra le mura amiche da settembre mentre i rossoblu in trasferta sono riusciti a fare punti soltanto contro l’Inter. Tra gli ospiti emergenza a centrocampo con Panagiotis Tachtsidis che si è aggiunto alla lunga lista di infortunati. Probabile l’impiego dal primo minuto di Diego Farias, al rientro dopo la manciata di minuti giocati a Torino.

Udinese-Napoli Campo ostico per i partenopei che non vincono alla Dacia Arena dal 2007. Le due squadre si affronteranno per la trentanovesima volta ad Udine: tra serie A, serie B e Coppa Italia i padroni si sono imposti in 14 occasioni. 19 invece i pareggi mentre le vittorie azzurre sono state appena cinque.

Juventus-Pescara Match particolare per Max Allegri che a Pescara ha vissuto anni importanti da calciatore. Contro la squadra di Massimo Oddo, ancora alla ricerca della prima vittoria sul campo, il tecnico livornese potrebbe lanciare Moise Kean. L’italoivoriano potrebbe essere il primo giocatore nato nel 2000 impiegato in Serie A. Non è da escludere l’ipotesi 4-3-3 con Alex Sandro nel ruolo di ala offensiva.

Sampdoria-Sassuolo Mister Giampaolo ha potuto disporre di tutti i Nazionali nella seduta di allenamento di ieri, Luis Muriel compreso. Tanti invece i problemi di formazioni di Eusebio DI Francesco, costretto a rinunciare anche a Matteo Politano. Recuperati invece capitan Magnanelli e Simone Missiroli, quest’ultimo con appena una presenza nel campionato in corso.

Atalanta-Roma Il big match delle 15.00 e un esame fondamentale per capire le chances di scudetto giallorosse.  Forti di una difesa che ha subito solo due gol nelle ultime sette partite (sei vittorie e un pareggio), gli orobici puntano a confermarsi. Dalla loro avranno anche un Papu Gomez che quando vede giallorosso si scatena: ben quattro gol a cui si aggiungono assist, rigori procurati e dribbling.

Bologna-Palermo Occasione ghiotta per ritornare alla vittoria. Il Bologna, mai vincente nelle ultime sette partite, ospita il Palermo, sconfitto nelle ultime cinque partite. Due squadre dunque che non se la passano benissimo e panchine calde, sopratutto quella di mister De Zerbi. Il tecnico bresciano punterà probabilmente sul il 4-1-4-1 con Ilija Nestorovski riferimento offensivo.

Crotone-Torino Con il Belotti nazionale, il Toro punta ai tre punti. In Calabria troverà tuttavia un Crotone ultimo in classifica ma in netto progresso rispetto a inizio di stagione. I padroni di casa potranno inoltre sfruttare per la terza volta in Serie A il fattore campo, fondamentale per le sorti di questa squadra giovane e inesperta.

Empoli-Fiorentina Derby toscano tra due delle migliori difese del campionato. Appena 11 reti subite dai viola, 13 per gli azzurri. La differenza vera sta tuttavia nell’attacco. I ragazzi di Giovanni Martusciello sono andati a segno infatti soltanto in sei occasioni contro i 14 gol prodotti dalla squadra di Paulo Sousa. Partita speciale per Manuel Pasqual, avversario della Fiorentina dopo undici anni, 356 presenze e 10 gol.

Lazio-Genoa I laziali sono reduci dal pareggio sul difficile campo di Napoli, i liguri dal pareggio casalingo con l’Udinese. Due squadre mai scontate che giocano un calcio propositivo con tante opzioni offensive. Una vittoria potrebbe proiettare i biancocelesti in zona champions.

Milan-Inter Il derby sarà la partita di esordio di Mister Pioli sulla panchina nerazzurra. L’unico sicuro di una maglia contro i cugini rossoneri sembra Joao Mario. Tra le possibili soprese dal primo minuto anche Geoffrey Kondogbia. In attacco certi di un posto Antonio Candreva e Mauro Icardi. Ballottaggio invece tra Ivan Perisic ed Eder. Tra i milanisti quasi certa l’assenza di Alessio Romagnoli. Gustavo Gomez o Cristian Zapata il sostituto.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

 

Lascia un commento

Top