Calcio femminile, Champions League 2016-2017: Brescia a caccia dell’impresa contro il Fortuna Hjørring

Edoardo-Gramignoli_Brescia-calcio-femminile-5.jpg

E’ un Brescia a caccia dell’impresa nel match di ritorno degli ottavi di finale di ritorno in Danimarca contro il Fortuna Hjørring. Sconfitte 1-0 nell’incontro del “Rigamonti”, le leonesse debbono vincere, possibilmente 2-0, per qualificarsi ai quarti e continuare il sogno europeo.

A punteggio in campionato, le rondinelle tenteranno dunque di replicare lo stesso risultato dell’anno scorso, quando sempre agli ottavi eliminarono la compagine danese. Visto il riscontro di una settimana fa, è verosimile credere che le padrone di casa adotteranno una strategia difensiva, per tentare di cogliere di sorpresa la squadra di Milena Bertolini. La grande fisicità delle calciatrici del Fortuna potrebbe fare la differenza e pertanto le biancoblu non potranno permettersi alcun errore.

E’ importante crederci perché se vuoi ottenere dei risultati per prima cosa devi volerlo e crederci. La partita di mercoledì scorso ci ha dato delle indicazioni sul fatto che abbiamo le potenzialità per fare bene nonostante si parte in una situazione di svantaggio, sapendo che qua fare risultato è difficilissimo visto che nessuno ha vinto su questo campo in Champions League ha dichiarato la Bertolini (sul sito di riferimento della squadra). Alle ragazze ho detto che il dobbiamo vincere non esiste nel calcio, il fatto che vogliamo vincere cambia completamente. I quarti possono pesare, ma questo peso va tolto subito, essere agli ottavi per noi e per il nostro calcio è già un grande risultato. Non pensiamo domani sia facile, dobbiamo essere realiste, consapevoli che possiamo fare bene, ma attraverso una consapevolezza dell’avversario che abbiamo di fronte, attraverso un approccio umile e attraverso il dare il 110% con speriamo un pizzico di fortuna a nostro favore negli episodi chiave che serve sempre”.

Il fortino Hjørring Stadion non è mai stato, infatti, espugnato nel corso dei match disputati, in quest’edizione di Champions ed, a maggior ragione, il coefficiente di difficoltà si fa ancor più elevato. E’ probabile che il mister bresciano punti sulla premiata ditta Daniela Sabatino-Cristiana Girelli caratterizzata da concretezza e creatività. Tutte qualità necessarie per uscire vittoriose dal rettangolo di gioco avversario e continuare l’avventura continentale.

 

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto di Edoardo Gramignoli

Lascia un commento

Top