Calcio, Europa League 2016/17. Volano Roma e Fiorentina, sprofonda l’Inter, che spreco per il Sassuolo!

Luciano-Spalletti-Roma-calcio-foto-pagina-fb-ufficiale-Rom.jpg

Più luci che ombre per le italiane nella quarta giornata dei gironi di qualificazione dell’Europa League 2016/17. La duplice sfida Italia-Austria nella prima sessione di gare si conclude con un esito agrodolce. La Roma si sbarazza in trasferta dell’Austria Vienna con un netto 4-2. Ancora una volta sono gli avversari a passare in vantaggio in avvio, ma stavolta i capitolini non fanno sconti e con Dzeko e De Rossi ribaltano il risultato chiudendo la prima frazione avanti di un gol. Nella ripresa il solito Dzeko e Nainggolan chiudono i giochi, eludendo qualsiasi rischio di rimonta dopo la beffa nella gara d’andata. In classifica la Roma ora si trova nettamente al comando del gruppo E con 8 punti, tre in più dell’Austria Vienna, fermo a quota 5 punti. Chiudono la graduatoria l’Astra Giurgiu (4 p.) e il Viktoria Plzen (3 p.).

Spreca tutto, invece, il Sassuolo, capace di gettare alle ortiche una pratica che al Mapei Stadium contro il Rapid Vienna sembrava ormai archiviata in scioltezza al termine del primo tempo, chiuso in vantaggio di due reti grazie alle marcature di Defrel e Ragusa. Un evidente calo di concentrazione nel finale di gara consente agli austriaci di pareggiare i conti sul 2-2 con i gol di Jelic e Kvilitaia. Il pari odierno fa scivolare il Sassuolo in terza posizione nel gruppo F con 5 punti, a pari merito con il Rapid Vienna e alle spalle della coppia formata dal Genk e dall’Athletic Bilbao, quest’ultimo trascinato dalla strepitosa cinquina di Aduriz e attualmente in testa alla classifica con 6 punti.

In serata, la Fiorentina strapazza lo Slovan Liberec con un netto 3-0 e si assicura la certezza pressoché matematica del passaggio del turno grazie alle reti di Ilicic su rigore, Kalinic e Cristoforo. Per i viola sarà necessario portare a casa soltanto un punto nell’ultima partita contro il Qarabag per assicurarsi anche il primo posto nel girone.

Sprofonda, infine, l’Inter del nuovo tecnico Vecchi sul campo del Southampton. I nerazzurri illudono in avvio di gara e passano in vantaggio con un gol di Icardi che precede la prodezza di Handanovic, straordinario nel neutralizzare un calcio di rigore di Tadic. Nella ripresa, tuttavia, la rete di Van Dijk e un autogol di Nagatomo condannano l’Inter ad un 2-1 che contrassegna la terza sconfitta in quattro gare, riducendo al lumicino le speranze di passaggio al turno in ragione dell’ultimo posto in classifica a 4 lunghezze di distanza proprio dagli inglesi, secondi con 7 punti alle spalle dello Sparta Praga, primo a quota 9.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Facebook AS Roma

Lascia un commento

Top