Calcio, Champions League 2016-2017: una Juventus incerottata vola a Siviglia per conquistare il primo posto

pagina-FB-Juventus-1.jpg

Missione vittoria e conquista del primo posto per la Juventus nella trasferta di Siviglia. Nella quinta giornata della fase a gironi di Champions League, i bianconeri giocano una partita fondamentale e che può essere un crocevia importante per il futuro europeo della formazione di Massimiliano Allegri. Dopo il pareggio casalingo con il Lione, Buffon e compagni si sono complicati la vita e sono costretti a vincere in Spagna non solo per ipotecare la qualificazione, ma anche per evitare un possibile ottavo di finale contro una delle altre prime.

Una vigilia, però, che si è aperta nel modo peggiore con la non convocazione di Gonzalo Higuain e Medhi Benatia. Preoccupa soprattutto l’assenza dell’ argentino, anche perchè la situazione in attacco in casa Juve non è delle migliori, visto che sono ancora fermi Paulo Dybala e Marco Pjaca. Allegri si affiderà dunque a Mario Mandzukic, che ha ben risposto nelle ultime partita in campionato con due gol a Pescara e Chievo. Alle sue spalle agirà Juan Cuadrado, l’eroe di Lione e che ha una grandissima occasione per convincere il tecnico juventino a puntare maggiormente su di lui.

Un pareggio lascerebbe tutto invariato, ma nell’ultima giornata gli spagnoli volano in Francia contro il Lione, che potrebbe avere ancora possibilità di qualificarsi agli ottavi. La Juve, dunque, non deve assolutamente perdere e dunque centrocampo titolare con Marchisio, Pjanic e Khedira; mentre dietro sicuri Bonucci e Chiellini con Evra e Rugani a contendersi una maglia.

Il passato purtroppo non porta dolci ricordi alla formazione bianconera, visto che proprio nella passata stagione, a Siviglia, la Juventus perse per 1-0 (gol dell’ex Fernando Llorente), venendo superata anche dal Manchester City. Un ko che poi provocò l’ottavo di finale con il Bayern Monaco e la successiva eliminazione della squadra di Torino. Fame di vendetta dunque per Buffon e compagni che in questa stagione in Europa non hanno ancora dimostrato di essere una potenza e probabilmente la serata di domani, anche con tutte le assenze, è forse l’occasione migliore.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top