Boxe, Mondiali Youth 2016: solo sconfitte nella terza giornata a San Pietroburgo

Boxe-Nicola-Cordella-FPI2.jpg

Dopo le vittorie delle prime giornate, i Campionati Mondiali Youth di boxe maschile 2016, attualmente in corso di svolgimento a San Pietroburgo, hanno regalato all’Italia una giornata amara, che ha visto l’eliminazione di tutti e tre i pugili italiani impegnati quest’oggi sul ring russo.

Il primo a combattere in questa giornata interamente dedicata ai sedicesimi di finale è stato Nicola Cordella (49 kg), che è stato sconfitto per 3-2 dal giapponese Takumi Tamura. Qualche ora dopo, suo fratello Damiano Cordella (52 kg), ha subito la stessa sorte, superato con il medesimo punteggio dal nicaraguense Darwing José Martínez Calero. Tra i due match è salito sul ring anche Matteo Pirrera (56 kg), eliminato con un più netto 5-0 per mano dell’uzbeko Shunkor Abdurasulov.

Queste le parole dell’head coach Giulio Coletta sul sito federale: “Il giapponese è stato molto scorretto e Nicola si è fatto prendere dal nervosismo che lo ha portato a subire due richiami. Buona la prova anche di Pirrera che, pur perdendo, ha tenuto testa al validissimo uzbeko in un match in cui, secondo me, c’è stato molto equilibrio. Spiace anche per Damiano Cordella, sconfitto al termine di un match equilibrato“.

Domani proseguirà il programma dei sedicesimi di finale, con Remo Salvati che effettuerà il proprio esordio nella categoria 69 kg, dove affronterà il polacco Eryk Grant Apresyan, mentre Francesco Iozia (60 kg) tornerà sul ring dopo la vittoria dei trentaduesimi per incrociare i guantoni con l’algerino Toufik Messaoudi.

giulio.chinappi@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: FPI

Lascia un commento

Top