Boxe, Mondiali Youth 2016: due Azzurri su tre ai quarti di finale

Boxe-Aziz-Mouhiidine-FPI-Luka-Franz.jpg

La sesta giornata dei Campionati Mondiali Youth di boxe maschile 2016, attualmente in corso di svolgimento a San Pietroburgo, in Russia, ha visto il completamento degli incontri validi per gli ottavi di finale, con due dei tre pugili italiani impegnati che hanno conquistato il loro pass per i quarti.

Dopo il successo per KO con il quale si era presentato in questa competizione iridata di categoria, il peso supermassimo Aziz Abbes Mouhiidine si è sbarazzato con un altro successo molto brillante dello scozzese Mitchell Barton, superato ai punti per 5-0. Stesso risultato per Cristian Cangelosi, che nella categoria 64 kg si è imposto con verdetto unanime da parte dei giudici ai danni del finlandese Rasmus Bergman. L’unico a non farcela è stato dunque Francesco Iozia (60 kg), che ha ceduto sempre per 5-0 contro il turco Necat Ekinci.

Al termine degli incontri, l’head coach Giulio Coletta si è così espresso sul sito federale: “Abbes è stato eccezionale. Sapevamo delle qualità del suo avversario, cui non ha lasciato scampo. Vittoria strameritata. Preferisco non commentare la sconfitta di Iozia, perchè è un verdetto quanto meno inverosimile vista la prestazione del nostro che avrebbe dovuto passare il turno. Stupendo e ben combattuto da entrambi i boxer, il match che ha visto meritatatamente vincere Cangelosi nei 64 Kg. Oggi avrebbero dovuto essere tre vittorie e non due“.

Ora i due italiani qualificati per i quarti di finale torneranno sul ring questo mercoledì per giocarsi l’accesso alla zona medaglie: tra i +91 kg, Mouhiidine se la vedrà con lo statunitense Richard Torrez, campione nazionale a stelle e strisce sia tra gli Junior che tra gli Youth, mentre l’avversario di Cangelosi nel tabellone dei 64 kg sarà il bielorusso Pavel Mikhailiuk.

giulio.chinappi@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: FPI – Luka Franz

Lascia un commento

Top