Boxe femminile, Europei 2016: Stephanie Silva piacevole sorpresa, squadra in progressione senza le leader

Boxe-Sevda-Asenova-Stephanie-Silva-FPI.jpg

I Campionati Europei di boxe femminile 2016 si sono archiviati per i colori azzurri con una sola medaglia, il bronzo conquistato da Stephanie Silva nella categoria 48 kg. A Sofia, la ventunenne romana ha rappresentato una piacevole sorpresa all’interno di una nazionale che aveva in altre atlete i nomi più attesi. Sebbene si conoscesse il suo talento dai tempi delle categorie giovanili, quando conquistò un bronzo ai Campionati dell’Unione Europea per le Youth, Stephanie non si era infatti ancora fatta notare a questi livelli in una rassegna internazionale assoluta. Questo podio sicuramente la proietta in una nuova dimensione e fa crescere innegabilmente le aspettative su di lei per le prossime stagioni.

Questa diciottesima medaglia europea nella storia della boxe femminile azzurra, arriva al termine di una stagione sicuramente di successo, ma comunque molto particolare visto il susseguirsi di grandi eventi. L’head coach della nazionale femminile Emanuele Renzini ha dunque deciso coscienziosamente di schierare a Sofia una formazione giovane e priva delle sue leader, lasciando a casa la campionessa mondiale Alessia Mesiano ed Irma Testa, prima donna italiana a qualificarsi per le Olimpiadi, ma anche la veterana Marzia Davide, oramai vicina all’addio visti i trentasei anni di età compiuti qualche giorno fa.

Tenendo conto di queste assenze, il bilancio di un bronzo e due quarti di finale può essere ritenuto soddisfacente, anche se la principale delusione è arrivata con la sconfitta di Valentina Alberti (64 kg), che proprio ad un passo dalla medaglia è stata superata per split decision. Oltre all’ascesa di Silva, Alberti resta comunque il valore certo di questa nazionale priva delle sue punte più importanti. Ora si tratta di allargare ancora di più la base in vista dei Giochi di Tokyo 2020, dove si vocifera che le categorie femminili potrebbero salire da tre a cinque, con grande gioia delle atlete che non hanno potuto pretendere ad un posto a Rio 2016.

giulio.chinappi@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: FPI

Lascia un commento

Top